in

Fabri Fibra escluso dal Concerto del Primo Maggio: “Testi sessisti e omofobi”

E’ stato uno dei primi a dare la disponibilità per partecipare al tradizionale Concerto del Primo Maggio ma nemmeno il tempo di sapere il cast e già si sa che il rapper Fabri Fibra non potrà esibirsi in Piazza San Giovanni il 1° maggio per il seguente motivo, le sue canzoni conterrebbero messaggi omofobi, sessisti e misogini, in poche parole contro donne e gay.

concerto primo maggio 2013 roma

L’accusa arriva dall’associazione D.i.re (Donne in rete contro la violenza) che, tramite una lettera della presidente Titti Carrano ai sindacati Cgil, Cisl e Uil, organizzatori dell’evento, a non far salire sul palco Fabri Fibra. In particolare, l’associazione avrebbe icriminaton due canzoni: Su le mani, nella quale cita il Mostro di Firenze Pietro Pacciani, e Venerdì 17, dove racconta dello stupro e dell’omicidio di una bambina. Due motivi sufficienti per la richiesta di esclusione, subito accettata dai sindacati.

Le accuse hanno amareggiato molto il rapper marchigiano tanto d’aver rilasciato questa dichiarazione all’ Huffington Post, oltre che sull’account di Facebook e Twitter:

«Il rapper non prende una posizione sulla canzone che scrive: è l’ascoltatore che è costretto a riflettere e a prendere una posizione. Nel 2013 sono stanco di essere descritto ancora come il rapper violento: in passato mi accusavano di non rispettare le donne nelle rime, ma io scrivevo quello che vedevo non quello che pensavo. Nemmeno Quentin Tarantino, con i suoi film spesso crudi, crede o incita alla violenza; quella non è la realtà. I suoi film non sono documentari. Il rap segue lo stesso principio…».

Inoltre espresso la sua condanna al femminicidio e alla violenza domestica che «ha raggiunto in Italia proporzioni inquietanti. Tutti ne dobbiamo immediatamente prendere le distanze e deprecarla come uno dei peggiori crimini che si possano commettere».

Intanto l’organizzatore Marco Godano fa sapere glissando l’espulsione di Fabri Fibra che l’organizzazione non può rifiutare gli ordini da parte dei sindacati che organizzano l’evento.

Alla fine Fabri Fibra è stato espulso a causa di due canzoni “scomode” scritte quasi dieci anni fa, sarebbe come buttare fuori Piero Pelù da The Voice perchè qualcuno afferma che le sue vecchie canzoni contengono messaggi satanici o bollare Jovanotti perchè nei primi anni è stato un “festaiolo”, d’altronde si è visto come negli ultimi anni Fibra sia cambiato artisticamente, tanto che di recente è stato ospite di Fabio Fazio Che tempo che fa, programma che negli anni scorsi aveva preso in giro con un video su Youtube dove sfotteva il conduttore nel caso lui fosse stato suo ospite, ma a quanto pare i pregiudizi ti segnano a vita.

 

Written by Tommaso Tiepolo

Nato a Mirano (VE), classe 1993.

Blogger, studente, atleta, fotografo e sbandieratore. Appassionato di televisione, un piccolo curriculum che va da: analista del programma RAI Tv Talk, stagista a Rete Veneta come montatore e cineoperatore, autore per il sito Fanpage e adesso blogger per Urban Post.

Ogni tanto bazzica per Rai2 a L'ultima parola, dove partecipa all'anteprima web e in trasmissione come pubblico; non solo preferisce andare come semplice spettatore a Quelli che trasmissione preferita da quando a condurla c'è Victoria Cabello.

Il suo sogno? Fare la televisione!

Attentato a Boston: chi è l’uomo sul tetto? (Video)

Anticipazioni Beautiful Italia: Deacon riesce a sabotare le nozze, Liam torna da Steffy