in ,

Fabri Fibra Stavo Pensando a Te testo e video

Da oggi, venerdì 22 settembre, è in rotazione radiofonica “Stavo pensando a te”, nuovo singolo estratto da “Fenomeno”, ultimo disco di inediti di Fabri Fibra. La canzone è prodotta da Big Fish, compagno di avventura in major di Fibra già dai tempi delle hit “Applausi Per Fibra” e “In Italia”. Il duo si rivela ancora una volta micidiale in studio, scoprendo un Fabri Fibra pressoché inedito, perfettamente in grado di descrivere, a suo modo e con il suo estro unico, una relazione che non avrebbe mai dovuto cominciare. O finire.

>>> Tutto su Fabri Fibra <<<

“Che fastidio parlarti vorrei stare zitto, tanto ormai hai capito” (Stavo Pensando a Te). E’ evidente che Fabrizio Tarducci e Fabri Fibra non sono la stessa persona ma è altrettanto chiaro che non vi sia tra i due una linea di confine quanto una continuità che sfocia in quello che si può ascoltare in Fenomeno. “Stavo Pensando a Te” è stato, inoltre, uno dei 3 brani con cui Fabri Fibra è stato il primo protagonista italiano del format originale “Vevo Off The Record” e si è esibito in una strepitosa performance live. Il brano è stato molto apprezzato dal pubblico, tanto che il video “Stavo pensando a te” Off the record è al settimo posto dei Vevo Original più condivisi di sempre.

>>> Tutto sul mondo della musica <<<

Parte il 17 ottobre il tour con cui Fabri Fibra porterà “FENOMENO” nei più importanti club d’Italia. Queste le date attualmente confermate: 17 ottobre al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI); 20 ottobre al Teatro Concordia di Venaria Reale (TO); 21 ottobre al Vox Club di Nonantola (MO); 23 ottobre all’Alcatraz di Milano; 27 ottobre all’Obihall di Firenze; 28 ottobre al Gran Teatro Geox di Padova; 3 novembre all’Atlantico Live di Roma; 4 novembre al Pala Partenope di Napoli; 7 novembre all’Alcatraz di Milano; 10 novembre al Padiglione Conza di Lugano; 11 novembre all’Estragon di Bologna.

Fabri Fibra Stavo Pensando a Te Testo

[Intro]
Vedi mi sentivo strano sai perché / Stavo pensando a te
Stavo pensando che

[Strofa 1]
Che figata andare al mare quando gli altri lavorano / Che figata fumare in spiaggia con i draghi che volano / Che figata non avere orari, né doveri o pensieri / Che figata tornare tardi con nessuno che chiede: “Dov’eri?” / Che figata quando a casa scrivo, quando poi svuoto il frigo / Che fastidio sentirti dire: “Sei pigro”/ “Sei infantile, sei piccolo” / Che fastidio guardarti mentre vado a picco / Se vuoi te lo ridico / Che fastidio parlarti, vorrei stare zitto / Tanto ormai hai capito / Che fastidio le frasi del tipo / “Questo cielo mi sembra dipinto” / Le lasagne scaldate nel micro / Che da solo mi sento cattivo / Vado a letto, ma cazzo è mattina / Parlo troppo, non ho più saliva / Promettevo di portarti via / Quando l’auto nemmeno partiva

[Ritornello]
Vedi mi sentivo strano sai perché / Stavo pensando a te / Stavo pensando che / Non avremmo mai dovuto lasciarci / Vedi mi sentivo strano sai perché / Stavo pensando a te / Stavo pensando che / Non avremmo mai dovuto incontrarci

[Strofa 2]
Bella gente qui, bello il posto / Faccio una foto sì, ma non la posto / Cosa volete, vino bianco o rosso? / Quante ragazze, frate, colpo grosso / Non bere troppo che diventi un mostro / Me lo ripeto tipo ogni secondo / Eppure questo drink è già il secondo / Ripenso a quella sera senza condom / Prendo da bere ma non prendo sonno / C’è questo pezzo in sottofondo / Lei che mi dice: “Voglio darti il mondo” / Ecco perché mi gira tutto intorno / Mentre si muove io ci vado sotto / Ma dalla fretta arrivo presto, troppo / E sul momento non me n’ero accorto / E poi nemmeno credo di esser pronto / E poi nemmeno penso d’esser sobrio / E poi un figlio non lo voglio proprio / E poi a te nemmeno ti conosco / Cercavo solo un po’ di vino rosso / Però alla fine, vedi, è tutto apposto / Si vede che non era il nostro corso / Si dice: “Tutto fumo e niente arrosto” / Però il profumo mi è rimasto addosso

[Ritornello]
Vedi mi sentivo strano sai perché / Stavo pensando a te / Stavo pensando che / Non avremmo mai dovuto lasciarci
Vedi mi sentivo strano sai perché / Stavo pensando a te / Stavo pensando che / Non avremmo mai dovuto incontrarci

[Strofa 3]
Mi guardo allo specchio e penso: “Forse dovrei dimagrire” / Il tempo che passa lento, anche se non siamo in Brasile / Mi copro perché è già inverno, e non mi va mai di partire / In queste parole mi perdo, ti volevo soltanto dire

[Ritornello]
Vedi mi sentivo strano sai perché / Stavo pensando a te / Stavo pensando che / Non avremmo mai dovuto lasciarci / Vedi mi sentivo strano sai perché / Stavo pensando a te / Stavo pensando che / Non avremmo mai dovuto incontrarci.

Fabri Fibra Stavo Pensando a Te Video

Coez nuovo singolo: esce oggi “La musica non c’è” (VIDEO)

Dispensa Emilia lavora con noi: posizioni aperte per operatori ristorazione