in ,

Fabrizio Corona confessione shock: “Il carcere mi sta mangiando vivo, chiederò la grazia”

Fabrizio Corona dal carcere ha rilasciato un’intervista epistolare a “Virus”, il programma di approfondimento di Rai2 condotto da Nicola Porro. L’ex impresario dei paparazzi si descrive in una situazione di disagio psichico e fisico molto grave: “Non sto più bene, sono crollato. All’inizio cercavo di fare ogni cosa possibile, ho aperto un portale per detenuti, un sito web delle carceri, portavo il vitto agli altri prigionieri ma ormai niente, niente di tutto ciò. Non esco più dalla cella, non vado all’ora d’aria da 3 mesi, nemmeno più in palestra, sono molto dimagrito, la rabbia è diventata dolore, la voglia di fare è diventata riflessione, la voglia di combattere è diventata ricerca di giustizia”

Fabriziio corona molto provato in carcere chiederà la grazia

La mamma Gabriella è intervenuta in moltissime trasmissioni televisive per sensibilizzare l’opinione pubblica e ha creato u vero e proprio movimento a favore di Corona, sostenuto da moltissimi vip, che si ritrovano su Twitter sotto l’l’hashtag #graziapercorona. Corona nell’intervista ha scritto: “quando è stata rigettata la mia istanza per l’affidamento terapeutico sono caduto in un malessere da cui non riesco a riprendermi. Il carcere mi sta mangiando vivo”.

Per chiedere la grazia per Corona si sono mobilitati personaggi come Marco Travaglio, Fiorello, e in ultimo Adriano Celentano. In proposito, l’interessato ha spiegato a Virus ha spiegato: “Chiederò la grazia. Solo per rivedere mio figlio. Io non voglio scappare dalla mia pena”. Corona ha infine aggiunto di sentire il bisogno di un percorso di cura e di evoluzione.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Stefano Mauri campagna pro-eBook 2014

#unlibroeunlibro: la campagna a favore dell’eBook

Anticipazioni settimanali Beautiful da 3 al 7 Novembre: Brooke beve per dimenticare