in

Facebook come WhatsApp, la Polizia Postale avverte: “Attenzione a dove e cosa si clicca”

Capita a chiunque abbia un profilo su Facebook di trovare sulla propria homepage, oltre ai post degli amici e delle pagine seguite, anche pubblicità sponsorizzate da grandi marchi e non. Un nuovo post della Polizia Postale sul profilo, “Una Vita da social”, ci avverte delle possibili truffe che si possono trovare in rete. Dopo le bufale ideate ad hoc dai malintezionati su WhatsApp come la famosa “Danza di Vottary” e i Buoni da spendere nei negozi Carrefour, H&M e Mediaworld, la Postale porta l’attenzione su un altro problema che, molto spesso, viene sottovalutato dagli internauti poco esperti:

> Seguici sulla nostra pagina di Urbanpost Tech: tutte news sulla tecnologia a portata di click! <

Oggi vi raccontiamo la storia di truffa su Facebook proprio a causa del click su una pubblicità sponsorizzata . A un utente è stato attivato un servizio a pagamento per il solo fatto di aver cliccato su un’inserzione sponsorizzata sul meteo”.
Click alla pubblicità su Facebook dannosi per il nostro portafoglio? Non solo malware quindi ma anche promozioni truffaldine che possono portare ad attivare quasi automaticamente servizi a pagamento difficili da disdire con un semplice click.

> Le truffe del 2017, ecco come inizia l’anno nuovo <

La malcapitata ha cliccato per poter sapere le condizioni meteo e pochi secondi dopo gli è arrivato un sms in cui si annunciava la sottoscrizione dell’abbonamento GoContent alla modica cifra di 5€ a settimana! Il consiglio è sempre lo stesso. Attenzione a dove e cosa si clicca. Affidarsi sempre a siti ufficiali,nel dubbio fare una ricerca su Google”.

U2 Tour Italia 2017

U2 Tour 2017 Italia: Roma 2017, al via la prevendita prevendita su Ticketone, ecco il prezzo biglietti

MORTA INSEGNANTE MENINGITE

Meningite: speciale di Terra su Rete 4 oggi 16 gennaio 2017, le ultimissime