in

Facebook compra Wit.ai, per poter riconoscere la tua voce

Con l’acquisizione di Wit.ai, l’intenzione di Facebook è evidente. Poter essere in grado di riconoscere un discorso e processare in modo efficace il linguaggio naturale. Una tecnologia che può aiutare a sviluppare ulteriormente il più grande social network del mondo specialmente per ciò che riguarda il Messenger e la comunicazione tra gli utenti.

Non solo, un manager di Facebook ha confermato che la trattiva sta per chiudersi anche perchè Wit.au ha costruito un incredible ma semplice sistema API che permette agli sviluppatori di trasformare un discorso e un testo in dati “azionabili, sistema che verrà ovviamente messo a disposizione della community di sviluppatori di Facebook.
Wit.ai è stata creata nel 2013 con lo scopo di costruire ciò che il co-fondatore Alex Lebrun ha definitito come “The Github, il Wikipedia, il Bitcoin del linguaggio naturale”.
La startup finora ha lavorato con la missione di rendere più semplice agli sviluppatori la creazione di interfacce vocali per applicazioni “mobile”, dispositivi e il web.
“Si tratta di un incredibile accelerazione che rispetta la nostra visione” – ha dichiarato Lebrun – “Facebook ha le risorse e il talento per aiutarci a procedere nella nostra missione. La piattaforma resterà aperta e disponibile gratuitamente per tutti gli sviluppatori”.
Il valore dell’acquisizione non è stato ancora comunicato. Wit.ai aveva precedentemente raccolto finanziamenti per 3 milioni di dollari da investitori importanti tra cui Andreessen Horowitz.

niente festa di capodanno

Madonna, porta in faccia a Londra: niente festa di Capodanno allo Shoreditch House

Massimo Bossetti parla per la prima volta

Caso Yara, parla Massimo Bossetti: “Duecento giorni in cella da innocente, lo dimostrerò in aula”