in

Facebook dopo il login “condividi per non farti eliminare l’account”: nuova bufala per gli utenti del social network

Facebook, nella giornata di ieri, ha riscontrato alcuni problemi di connessione. In seguito è apparsa una vecchia bufala web che invita a condividere un post sulla piattaforma di Mark Zuckerberg. La prima apparizione, infatti, risale al 2010.

->SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE: URBAN TECH

A diffondere la notizia di questa vecchia bufala ci ha pensato la pagina Una Vita da Social. Stando a quanto dice il messaggio incriminato, il social network è pieno di utenti e per questo motivo si viene invitati a diffondere un messaggio per provare che l’account in uso sia ancora funzionante, evitando così la sua eliminazione. Nel messaggio viene chiesto di inviare la comunicazione ad altri 15 contatti, ma si tratta solo di una catena di sant’antonio. Uno dei fattori che potrebbe smascherare subito la situazione è, ad esempio, il fatto che il fondatore nel messaggio venga chiamato Zucher e non Zuckerberg. Il team di Menlo Park è al lavoro, ma bisogna sottolineare il fatto che i problemi di connessione evidenziati non riguardano in alcun modo il numero di account presenti.

Il messaggio che compare è il seguente: “Il fondatore di Facebook Mark Zucher ha detto: Attenzione: a tutti gli utenti di Facebook: facebook è ormai pieno di utenti. Molti utenti si sono lamentati che Facebook stia diventando molto lento. La ragione di ciò è che ci sono troppi utenti di Facebook che non sono attivi. Manderanno questo messaggio a tutti gli utenti, per vedere se gli utenti sono attivi o meno. Se sei un utente attivo per favore invia questo messaggio ad altri 15 tuoi amici, usando Copia/Incolla, per mostrare che sei attivo. Coloro che non invieranno questo messaggio entro 2 settimane,si vedranno il proprio account cancellato senza alcuna esitazione per creare nuovo spazio“.

Photo Credit: AHMAD FAIZAL YAHYA/Shutterstock.com

Virus Rai 2 cancellato, l’annuncio di Nicola Porro: “È una notizia”

Attacchi di panico

Attacchi di panico: 5 trucchi per rimanere calmi durante una crisi