in

Facebook login mobile news: il brevetto che potrebbe far sapere alle banche i nostri debiti

Facebook è ormai la piattaforma più usata per quanto riguarda il mondo dei social network e, proprio per questo motivo, è meta ambita per tutte quelle aziende che intendono conoscere i loro potenziali lavoratori. Ora di mezzo ci sono anche gli istituti di credito. Infatti, un nuovo brevetto rilasciato per Facebook è in grado di far conoscere alle banche i nostri debiti.

L’ultimo brevetto registrato da Facebook consentirà alle banche e agli istituti di credito di entrare in possesso di dati sensibili riguardanti i nostri movimenti finanziari. Non solo, anche quelli dei nostri amici potranno rientrare nel mirino del social network. Il punto di inizio di questa novità è la raccolta di informazioni e dati personali degli utenti. Questo passaggio è stato fatto rientrare nel brevetto attraverso la pubblicità a pagamento. Terminata questa fase, Facebook può vendere i dati raccolti e inviarli alle banche e agli istituti di credito che possono così fare un cernita della situazione finanziaria dell’utenza.

In definitiva, se una persona si rivolgerà a una banca o a un istituto di credito per avere un prestito, queste aziende potranno rivolgersi a Facebook per conoscere i dati sulla posizione finanziaria del richiedente e anche degli amici. Potrà così venire a conoscenza dei nostri debiti, se paghiamo correttamente le rate e se abbiamo saldato tutti quelli precedenti. Per ora il brevetto non è ancora stato ufficializzato, ma può offrire un spunto di riflessione sulla quantità di dati condivisi in rete e sul rischio che questo comporta e, soprattutto, quanto ancora avrà valore la parola privacy.

Erasmus Plus

Erasmus Plus 2015, bando in scadenza: 65 borse di studio per tirocini all’estero

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, l'Inps invia le prime risposte

Riforma pensioni 2015 ultime novità pensione anticipata: più flessibilità anche per autonomi e partite Iva