in

Facebook mobile login: con Android, iPhone e su pc è a rischio la privacy dei dati personali

Le grandi innovazioni tecnologiche arrivate negli ultimi anni soprattutto nel campo della telefonia mobile hanno aperto un’importante questione riguardante la violazione della privacy degli utenti. Nei giorni scorsi vi avevamo parlato dei rischi che si corrono con i nuovi smartwatch (leggi qui) ma Aran Khanna, studente dell’MIT, ha da poco completato uno studio riguardante Facebook Messenger che ci dimostra quanto tutta questa tecnologia sia effettivamente pericolosa per la tutela dei dati personali.

Lo studente ha creato un’estensione di Google Chrome in grado di registrare su una mappa gli spostamenti a partire dalla posizione di default che Facebook Messenger segnala ogniqualvolta viene inviato un messaggio. Il plugin ha ottenuto risultati strabilianti riuscendo a tracciare con una precisione inaspettata gli spostamenti degli utenti Facebook Messenger.

Aran Khanna, dopo essere stato contattato da Facebook Messenger per la rimozione del plugin, ci ha tenuto a precisare di aver sviluppato tale estensione per soli scopi accademici, per dimostrare cioè che effettivamente la nostra privacy è molto a rischio quando utilizziamo applicazioni o programmi che memorizzano la nostra posizione anche su smartphone. 

Facebook Messenger. Image Credit: Shutterstock

esame di maturità materie novità

Esami di maturità 2015, impazza il tototema: Pirandello al primo posto

baby shower a sorpresa, baby shower come si organizza, baby shower party, gravidanza

Gravidanza, il “Baby shower”: cos’è e come organizzare al meglio questa festa