in

Facebook news Feed, aggiornamento interfaccia: dalla guerra al clickbating al nuovo design delle pagine, tutte le novità del Social Network

E’ un periodo di cambiamenti anche per Facebook. Il Social Network oltre a rilasciare un’importante nota nella news feed, è stato protagonista anche di una mini rivoluzione sulla questione interfaccia. Ormai il lavoro costante di aggiornamento di Facebook da parte dei tecnici è cosa data per assodata, spesso l’utente si trova infatti di fronte a piccole e grandi novità senza quasi accorgersene. L’ultima è quella che ha investito le pagine del Social Network. Poco tempo fa, questione di giorni, Facebook ha deciso di cambiare il design delle pagine, spostando l’immagine profilo sulla sinistra, capace di scorrere fino in fondo, e rimpicciolendo un po’ l’immagine di copertina. Ma i cambiamenti non finiscono qua. Piccole modifiche sono state rilevate anche sulla timeline.

CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA UFFICIALE DI URBAN TECH E RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

Ma il lavoro di Facebook sulle pagine non è relativo soltanto all’abbellimento dell’interfaccia. Il Social Network di Mark Zuckerberg ha infatti rilasciato nel news Feed una lunga nota dove, oltre ad annunciare i cambiamenti in atto dal unto di vista estetico, conferma ufficialmente la guerra al clickbating con un nuovo algoritmo. “Continuiamo a vedere Pagine che si affidano a titoli da click-bait e gli utenti ci dicono che preferiscono dei titoli scritti in modo chiaro che li aiutino a decidere se spendere il proprio tempo per leggere quella notizia o se passare avanti e ignorarla“, recita così la scritta sul news feed di Facebook.

Facebook ha dichiarato che il nuovo sistema funzionerà come un vero e proprio filtro spam di una casella email. Il meccanismo identificherà i titoli clickbait, i domini e le Pagine da cui proviene questo modo di fare informazione. Insomma clickbating avvisato, clickbating mezzo salvato. Infatti i domini e le Pagine che pubblicano molti titoli clickbait cominceranno a scivolare in posizioni sempre più basse nei News Feed. C’è inoltre un’altra piccola aggiunta sull’argomento da parte di Facebook: gli utenti non vedranno cambiare in maniera significativa il loro News Feed, le conseguenze, e qui il comunicato suona come una minaccia, saranno maggiori per le Pagine e i siti che basano il loro successo sui titoli attraenti, ma poco chiari.

scuola, scuola macchinette, scuola distributori automatici, scuola merende sane, scuola snack sani,

Scuola, addio alle merendine: nelle macchinette solo prodotti sani

isabella noventa news processo

Isabella Noventa, Manuela Cacco: le sue menzogne smascherate dai tabulati telefonici