in

Facebook promuove Slideshow: la condivisione video non è mai stata così efficiente

Si rivolge alle aziende, in modo particolare alle start up, la nuova piattaforma lanciata da Facebook: il budget limitato, la necessità di crescere e di ampliare la rete di utenti attraverso l’advertising sono fattori che renderanno Slideshow un servizio estremamente utile per le realtà fragili sotto questo punto di vista che, adottando Slideshow di Facebook, potranno quindi condividere video con un semplice clic.

Il concetto che si trova alla base di Slideshow è la possibilità di rendere ultraleggeri i video pubblicitari che l’azienda intende condividere. Non solo, Facebook ricopre un ruolo fondamentale nel processo di realizzazione del video che, dunque, sarà molto più conveniente di un comune spot pubblicitario realizzato in altri modi: l’utente, ovvero l’azienda, accederà alla pagina Facebook dedicata al servizio e il team della piattaforma social farà il resto. Nello specifico, Slideshow consente all’azienda di caricare un certo numero di foto, da un minimo di 3 ad un massimo di 7, decidendo anche la durata che il video pubblicitario dovrebbe avere. A questo punto, entra di nuovo in gioco Facebook che realizza lo spot vero e proprio, quello che vedranno i potenziali clienti sui social.

Con Slideshow, Facebook ha aperto le porte ad un tipo di pubblicità economica e ancora più virale: la piattaforma è accessibile da tutte le aziende, anche quelle che non dispongono di risorse finanziare o di tempo a sufficienza per ricorrere alle più comuni campagne pubblicitarie. Inoltre, la dimensione ridotta del video creato con Slideshow di Facebook renderà quest’ultimo altamente condivisibile. Infine, relativamente al peso del video, è da sottolineare che i dati necessari per aprirlo non saranno tanti quanti quelli utilizzati per uno spot pubblicitario comune.

Image credit: Shutterstock

ossitocina, fare amicizia, drogarsi

Fare amicizia è un po’ come drogarsi: la chiave di tutto sta nell’ossitocina

Pensioni 2017 Opzione donna

Riforma delle pensioni 2016 ultime novità: Opzione Donna, quali i requisiti necessari?