in ,

Facebook si impegna a prevenire i suicidi dei suoi iscritti, ecco come

Il social network creato da Mark Zuckerberg mette il suo impegno per prevenire i rischi di suicidio dei suoi utenti. Facebook sta adottando un nuovo programma di aiuto per i soggetti a rischio di autolesionismo o che potrebbero togliersi la vita. Fino ad ora, quando un utente posta un messaggio dal quale si può intendere che egli vuol farsi del male e un suo amico lo vede e lo evidenzia, il social esamina quel post e suggerisce un aiuto attraverso il telefono.

Ora Facebook darà direttamente una risposta a quel post e aiuterà l’autore a rischio suicidio ad entrare in contatto con un amico o con uno specialista. Nella risposta ci saranno anche buoni consigli per i soggetti interessati su come si possono “superare tali emozioni negative“. Questi strumenti partiranno “nei prossimi due mesi” negli Stati Uniti e successivamente saranno messi in rete anche nel resto del mondo.

Questa strategia adottata da Facebook è derivata dalla richiesta di persone che hanno tentato il suicidio, oltre che da organizzazioni che si occupano di salute mentale, per esempio Forefront, Now Matters Now, National Suicide Prevention Lifeline e Save.org. Il social network di Menlo Park (California) ha chiarito che questa iniziativa non è sostitutiva di linee telefoniche di aiuto e prevenzione di suicidio o di emergenza come l’italiano 112 e ha raccomandato: “Se qualcuno su Facebook vede un rischio di suicidio, è bene che chiami immediatamente i servizi di emergenza locali”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Morto il signor Spok di Star Trek

È morto l’attore Leonard Nimoy, il dottor Spock di Star Trek

Delitto Scazzi ultime news

Delitto Sarah Scazzi, news a Pomeriggio 5: Cosima Serrano scredita la supertestimone