in ,

Faceva troppo freddo: alcol-test non valido

Ecco a cosa servono gli avvocati: a trovare soluzioni laddove noi non le vediamo. E’ quanto accaduto a Rovigo. Nel dicembre del 2012 una ragazza viene fermata da una pattuglia, che le chiede i documenti e la invita a sottoporsi all’alcol-test. La ragazza soffia e soffia… ed appare il pallino rosso: 1,5 gr/l, un valore decisamente sopra la legge. Dunque gli agenti provvedono ad allungarle un’accusa per guida in stato di ebbrezza, relativa multa e, ovviamente, il ritiro della patente. Ma ragazza decide di consultarsi con un legale.

Incidente Autostrada Prete Ubriaco Ravenna

L’avvocato scartabella tra carte, regolamenti e leggi… e perfino con il libretto di istruzioni del dispositivo con quale è stato effettuato l’alcol-test: e scopre la chiave di volta. L’aggeggino in questione è tarato per lavorare tra gli 0° e i 45° C e con una umidità tra il 35% e il 90%. Secondo i dati ufficiali a disposizione, però, quella notte si sono registrati -2°C col 100% di umidità.

Quindi, tutto archiviato? Non proprio. L’accusa per guida in stato di ebbrezza è stata ritirata, ma il giudice sta valutando eventuali provvedimenti amministrativi che prevedono comunque il ritiro della patente. E ora il nostro amico avvocato è chiamato ad un altro magheggio.

Seguici sul nostro canale Telegram

anticipazioni un posto al sole

Un Posto al Sole anticipazioni 5-7 maggio: Genny in ostaggio

Fiorello fuori programma video

Lunedì 5 maggio torna Fiorello su Radio1 Rai