in ,

Fallimento Parma, l’ex presidente Ghirardi nei guai: nuovo sequestro

Di questi tempi lo scorso anno teneva banco in Serie A il caso Parma, con il passaggio di consegne da Tommaso Ghirardi ad una cordata di investitori in parte albanesi e poi il successivo passaggio di mano a Manenti; il club Ducale sarebbe poi stato dichiarato fallito ed ora è ripartito dalla Serie D con una nuova proprietà che punta a tornare in alto in modo graduale.

In questi giorni però è tornato in auge il nome dell’ex presidente Tommaso Ghirardi, soggetto di alcuni procedimenti di sequestro di beni collegati agli illeciti del caso Parma; dopo le prime confische effettuate a novembre, da Brescia arriva in questi giorni un nuovo ordine di sequestro da parte del presidente del Tribunale Stefano Rosa.

Questa volta il procedimento giudiziario è collegato alla società Energy T.I. Group spa che reclama da Tommaso Ghirardi una cifra pari a 4 milioni e 560mila; Energy T.I aveva acquistato il 10% di quote del Parma e poi successivamente aveva siglato un accordo di sponsorizzazione pluriennale con i Ducali. Il procedimento, come riportano i colleghi di Gazzetta dello Sport, è stato richiesto sulla base di un bilancio “non veritiero” presentato da Ghirardi nel 2013 e che aveva spinto la società ad investire sul Parma.

Dove vedere Napoli Roma

Dove vedere Napoli – Roma in diretta tv e info streaming gratis Serie A

STALKER ALBERTO STASI

Delitto Garlasco sentenza: Alberto Stasi è colpevole, 16 anni di reclusione, così ha deciso la Cassazione