in ,

Family Day Roma Circo Massimo: freddezza tra Cei e promotori dell’evento

Oggi è la giornata del “Family Day” a Roma. Attese circa un milione di persone al Circo Massimo per la manifestazione di protesta sul ddl Cirinnà. “È fondamentale che siamo in tantissimi ad incontrarci al Circo Massimo. Ricordate che questa è l’unica ‘arma’ di cui disponiamo”, ha usato queste parole Massimo Gandolfini, Presidente del comitato organizzatore del Family Day, per commentare il possibile numero di presenze nella giornata di oggi. Ottimismo è la parola d’ordine circa l’impatto che la manifestazione può avere sulla votazione della legge. Nella giornata di ieri la Cei, al termine del consiglio permanente, ha espresso “preoccupazione” per l’equiparazione tra Unioni Civili e matrimonio. Indiscrezioni però parlano di un tavolo delle trattive più ampio. L’organismo che riunisce i vescovi cattolici italiani starebbe infatti lavorando sull’eleminazione della stepchild adoption dal ddl, vero punto focale che ha diviso le anime politiche del parlamento.

Intanto l’organizzazione del Family Day ha annunciato l’arrivo di oltre un migliaio di bus, con un target totale previsto di un milione di partecipanti. Saranno presenti a Roma molte sigle cattoliche, anche se è nato un piccolo giallo su alcune  organizzazioni che si sono schierate a favore dei diritti delle coppie omosessuali. La distanza, freddezza secondo alcuni giornali, che ha dimostrato la Cei verso la manifestazione ha creato malumori nei promotori del Family Day.

Tra i partiti presenti ci saranno folte rappresentanze della Lega, Forza Italia e Ndc. Hanno annunciato il loro arrivo a Roma anche i Governatori della Liguria, Toti, e della Lombardia, Maroni. Per il Pd l’unico nome presente è quello di Beppe Fioroni.

Torneo Viareggio gironi e date

Campionato Primavera 16a giornata live: risultati e classifiche aggiornate in tempo reale

oroscopo 2016 toro

Oroscopo Febbraio 2016 – Toro, le previsioni del segno: un mese all’insegna delle novità