in ,

Fantacalcio consigli 20a giornata Serie A: chi schierare secondo UrbanPost

Comincierà sabato alle 15 con Atalanta-Inter la 20a giornata del campionato di Serie A, primo turno del girone di ritorno; i fanta-allenatori dovranno dunque decidere attentamente chi schierare in vista di questa giornata, con il match tra Milan e Fiorentina che potrebbe regalare gol ed emozioni. Ecco alcuni consigli per il fantacalcio della 20a giornata da UrbanPost.

In porta si può tranquillamente puntare sull’esperienza e l’affidabilità di Gigi Buffon, estremo difensore di una Juventus ad un passo dalla vetta che scenderà in campo domenica al Friuli contro l’Udinese; anche Handanovic, pare essere un’ottima scelta, così come Szczesny della Roma, con i giallorossi che affronteranno il fanalino di coda Hellas Verona. Puntare su Padelli potrebbe essere un’idea saggia, così come Perin che a Marassi attende il Palermo. Infine c’è Albano Bizzarri che nell’ultimo turno ha dimostrato di essere in grande forma. Per quanto riguarda la difesa, Vrsaljko, Letizia e Tomovic possono rappresentare nomi molto validi per le fasce così come Lichtsteiner; al centro si può puntare su Koulibaly-Albiol ma anche Manolas e Rudiger non dovrebbero avere troppi problemi. Un’occasione la meritano anche Danilo, Munoz e la coppia sudamericana Miranda-Murillo; ultimo nome, Kamil Glik del Torino.

A centrocampo spazio a Miralem Pjanic, Paul Pogba e Marek Hamsik; in buona forma anche Allan, De Roon e Fernando. Gli outsider potrebbero essere Buchel e Halfredsson, così come Baselli; ci sono poi anche Ilicic e Borja Valero. Da non dimenticare la certezza del Sassuolo, Missiroli. L’attacco è il reparto che da più possibilità di scelta: oltre ai nomi noti (Higuain, Kalinic, Eder), potete puntare su Pavoletti, Gilardino, Cassano e Berardi. Ultimo appunto, Ciro Immobile: se Ventura lo getterà nella mischia, potrebbe subito lasciare il segno.

Grey’s Anatomy e Scandal: il dettaglio che unisce le serie tv di Shonda Rhimes

Rudi Garcia Roma lettera

Roma, la lettera di addio di Rudi Garcia: “La Roma non si discute, si ama”