in ,

Fare la spesa, le abitudini degli italiani: ecco come risparmiare

Per il terzo anno consecutivo torna l’appuntamento per capire le abitudini degli italiani con l’indagine portata avanti da Altro Consumo in 67 città italiane tra supermercati, iper e hard discount che cerca di analizzare le abitudini di spesa degli italiani e, attraverso i dati ricavati, di capire come è possibile risparmiare in denaro ma non in qualità. Per l’indagine sono stati visitati dagli esperti di Altro Consumo 922 punti vendita, considerati 115 categorie di prodotti, rilevati 1.002.269 prezzi per tracciare la mappa della convenienza su un paniere di prodotti alimentari, freschi e confezionati nonché di prodotti d’igiene per la persona e per al casa. Cosa ne è emerso?

L’indagine ci presenta un’Italia suddivisa per tipologia di famiglie che ovviamente ha abitudini di spesa diversi e quindi limiti e possibilità di risparmiare differenti; la spesa media al supermercato per un single infatti è di 4098 euro all’anno, per una coppia è di 6507 euro mentre per una coppia con due figli di 8572 euro. Come sarebbe possibile risparmiare su questa spesa annuale? Secondo l’indagine due sarebbero i metodi per risparmiare sostanzialmente: scegliere i prodotti offerti dalle catene (i single risparmierebbero 1346 euro, le coppie 2138, le famiglie di quattro persone 2817 euro) oppure rifornirsi presso un hard discount (i single ridurrebbero la spesa di 2209 euro, le coppie di 3508 mentre le famiglie di quattro persone in media 4621 euro all’anno).

Le tipologie di centri dove fare la spesa per risparmiare non sono l’unico dato influente che è emerso dall’indagine; risparmiare è possibile anche abitando in diverse zone dell’Italia: in alcune città infatti c’è maggiore concorrenza e i prezzi più convenienti più facili da trovare mentre in altre città non c’è possibilità di risparmiare. Al primo posto come la città in cui è possibile fare la spesa al minor costo possibile c’è Pordenone, dove rispetto alla spesa media di una famiglia italiana, è possibile risparmiare oltre 1.000 euro all’anno. Seguono Treviso, Verona e Asti. Poco competitive, invece, Sassari, Foggia, Roma, Cagliari, Frosinone, Avellino, Ascoli Piceno e, in particolare, Genova e Aosta, dove i prezzi sono livellati verso l’alto dalla mancanza di concorrenza.

ronaldinho calciomercato

Ronaldinho torna in campo a 36 anni: giocherà una partita con una squadra messicana

coppia

Brad Pitt Angelina Jolie, Marion Cotillard: “Ecco la mia verità”