in ,

Farmacap Roma, cosa è successo con Virginia Raggi?

Nuove grane per Virginia Raggi, sindaca di Roma. Al centro delle polemiche, adesso, ci sarebbe il licenziamento di Simona Laing, 45 anni, ex d.g. di Farmacap, l’azienda partecipata che gestisce 45 farmacie comunali. Quest’anno, dopo anni di rosso, Farmacap ha fatto registrare un bilancio in positivo (+ 530 mila euro). E ancora, numeri alla mano, con Simona Laing due milioni in meno di esposizione finanziaria, meno debiti verso i fornitori, oltre a svariate denunce presentate in procura contro sprechi e malversazioni. A perdere il posto, licenziata “per giusta causa” e perché “era venuto meno il rapporto di fiducia ” è stata, due giorni fa, Simona Laing, 45 anni, da Pistoia, ex dg dell’azienda.

—> TUTTO SULLA POLITICA DI VIRGINIA RAGGI

Perché Farmacap fa discutere a Roma

Era entrata in conflitto col commissario Angelo Stefanori, nominato a gennaio da Virginia Raggi. “La verità – si sfoga Laing – è che davo noia”. così parla Simona Laing a La Repubblica. La stessa dottoressa toscana evidenzia: “Me lo disse un signore molto influente, appena arrivata in città, nell’estate 2015, chiamata da Ignazio Marino: “Non ti faranno mettere a posto l’azienda. Sarebbe un caso che Roma non può accettare. Diventeresti un modello”. In un anno ho reso Farmacap più efficiente e ho aperto 3 farmacie h24. Sono brava ma non credo di essere un genio. Quello che ho fatto io poteva essere fatto anche da chi mi ha preceduto. La differenza? Non sono di Roma, non sono “comprabile”. Volevo vincere la sfida. E c’ero quasi riuscita.”

E il conflitto insanabile arriva con l’approdo di Stefanori come commissario, uomo di fiducia di Virginia Raggi: “Non gli è mai interessato entrare in sintonia con me. In due mesi mi ha inviato 2 lettere di contestazioni disciplinari e 50 note. La situazione degenera col licenziamento di 4 dipendenti sorpresi a rubare farmaci. C’è un’inchiesta della procura, ci sono le telecamere che riprendono i furti. Bisognava dare un segnale e io l’ho fatto: come fai a non licenziare chi ruba 220 volte in un mese?”

—> LE ULTIME NOTIZIE SU ROMA

Simona Laing fa causa al Comune di Roma

 

“Finché al Bilancio c’era l’ex assessore Marcello Minenna ho lavorato benissimo, parlavamo la stessa lingua. Dopo settembre, dopo le sue dimissioni, sono stata lasciata sola fino all’arrivo di Stefanori. Ora che sono stata cacciata mi chiedo: è questo il trattamento riservato alla nuova classe dirigente? Intanto ho deciso di impugnare il mio licenziamento e di chiedere i danni d’immagine.” così conclude il suo commento Simona Laing a La Repubblica, evidenziando più di una frizione con Virginia Raggi.

Farmacap Roma, le opposizioni contro Virginia Raggi

Il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi non ha peli sulla lingua: “Il Movimento Cinque Stelle afferma come un mantra che loro non rappresentano la vecchia politica. Hanno ragione: loro sono peggio. Guardate quello che stanno combinando al Comune di Roma dove ormai da tempo la tanto decantata trasparenza politica della Raggi è stata seppellita da un valzer di poltrone impietoso: assessori e responsabili staff che vanno e vengono, nonchè vertici delle municipalizzate decapitati. Era successo in Ama e Atac, ora tocca alla Farmacap, dove nelle ultime ore è stata sostituita l’ex dg Laing. Il cambio amministrativo non è stato spiegato con chiarezza dal Campidoglio a 5 Stelle che, però, continua a elargire poltrone strategiche per la Capitale e per i giochi di potere grillini. Gira, gira, il vecchio che avanza sono proprio loro.”

—> TUTTO SUL MONDO  DELLA POLITICA ITALIANA

E non è finita qui. Bordata anche da parte di Marco Palumbo del Pd: “Nel dubbio su cosa fare su partecipate intanto licenzia chi le risana pensando ad aumentare i Cda delle altre.” Mentre Davide Bordoni, capogruppo di Forza Italia evidenzia: “Dopo le nomine in Acea di amici e creditori della sindaca ora si scopre che in un’azienda municipalizzata di grande importanza che gestisce 45 farmacie comunali è stata sostituita l’ex dg Simona Laing. Per giusta causa, dicono loro. Forse aver risanato le casse dell’azienda con un positivo da 530mila euro dopo anni di rosso non è considerato un lavoro soddisfacente; aver denunciato furti e illeciti riportando legalità nell’azienda non è un atteggiamento abbastanza risoluto. O forse lo è troppo. Sta di fatto che ora la Farmacap è in mano a Stefanori, il commissario della Raggi, e che quindi un altro luogo strategico della capitale è diventato campo-base grillino. Il motivo non è chiaro, ma la logica è sempre quella: fidatevi di me….”

cellulite

Cellulite: di che tipo è la tua e come si cura

Russia, San Pietroburgo: esplosioni nella metro, 10 morti e decine di feriti