in

Farmaci gastrolesivi, ecco quali sono

Nella scelta del farmaco per il trattamento di dolori comuni non ricorrenti e non legati a patologie (come mal di testa, mal di denti, mal di gola, malattie da raffreddamento ecc..), spesso ricorriamo a farmaci da banco e non, che non sono “leggeri” per il nostro stomaco.

medium_2447542822(1)

Vi sono alcuni farmaci che hanno un alto potere gastrolesivo, cioè agiscono sul nostro stomaco provocando irritazione gastrica!
Spesso usiamo l’espressione questa o quella pastiglia “mi buca lo stomaco” per indicare che ci provoca fastidio, ed è proprio così. In alcuni casi è consigliabile anche l’associazione con dei gastroprotettivi.

Il paracetamolo è l’unico principio attivo che non provoca irritazione gastrica. Gli altri antidolorifici, seppur in misura diversa, sono gastrolesivi. Quelli meno aggressivi per lo stomaco, secondo studi medici, sono i farmaci a base di ibuprofene, quelli mediamente gastrolesivi sono l’aspirina ( acido acetilsalicidico) e il naproxene sodico, i più aggressivi sono quelli a base di ketoprofene e piroxicam.

Bisogna sottolineare che non è la bassa o alta gastrolesività che rende un farmaco più efficace contro il dolore rispetto ad un altro.

Il nimesulide, invece, è caduto nel mirino dell’Azienda Europea dei medicinali, in quanto ritenuto farmaco rischioso per il fegato. Il nimesulide viene venduta sotto stretta prescrizione medica con ricetta non ripetibile e deve essere somministrata per non più di 15 giorni.

In ogni caso è sempre consigliato, nella scelta del farmaco, rivolgersi al medico curante che saprà consigliarci quello più adatto al nostro fisico e al trattamento del dolore.

(photo credit: sparktography via photopin cc;photo credit: psyberartist via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

Governo, Bersani rimette l’incarico. Napolitano: “nuove consultazioni”

Calabria Tv compra i diritti televisivi della Liga Spagnola