in ,

Fate colazione con una tazza di latte e cereali? Ecco i rischi che correte ogni mattino

La colazione è il pasto più importante della giornata, come ci insegnano sin da bambini, per questo non andrebbe mai saltata. Tuttavia, bisogna sempre tenere d’occhio quali alimenti consumare, eh già, perché una colazione «leggera», può rivelarsi comunque insidiosa per la nostra salute. Anche persone non affette da diabete possono, infatti, rischiare elevati picchi di zucchero nel sangue se non stanno attente a ciò che mangiano. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista PLOS Biology, anche chi pensa di essere “in buona salute”, può avere seri problemi con la glicemia.

La ricerca scientifica, portata avanti dalla Stanford University School of Medicine, ha monitorato per due settimane un campione di 57 persone, quasi tutte in buone condizioni di salute, controllando il glucosio continuo. Nello specifico, i ricercatori hanno osservato l’effetto di tre tipi di colazioni diverse: latte e cornflakes, un sandwich al burro di arachidi e una barretta proteica. I risultati si sono rivelati fuori da ogni aspettativa, davvero sorprendenti: nell’80% dei partecipanti si è registrato un aumento della glicemia dopo aver mangiato cereali e latte. Michael Snyder, professore di genetica a Stanford e tra i principali autori dello studio, ha spiegato che «ci sono molte persone che hanno picchi di livelli di glucosio e non lo sanno nemmeno», difatti la maggior parte della gente, che controlla la propria glicemia lo fa al massimo con un prelievo veloce, che tuttavia non coglie l’aumento e la diminuzione determinata da ciò che la persona ha mangiato quel giorno, in quel determinato momento.

A proposito di questa ricerca, riportata dal portale ImprontaUnika, a cui ha fatto eco Leggo, Francesco Purello, presidente della Società Italiana di Diabetologia (Sid), ha affermato: «Questo studio conferma che il diabete è una malattia molto insidiosa, che negli stadi iniziali è difficile da diagnosticare, seppure anche in questa fase sia molto pericolosa. Conferma, inoltre, che avere la glicemia con valori normali a digiuno non è garanzia di non essere diabetici o prossimi al diabete!».

leggi anche l’articolo —> Perché il latte non va conservato nello sportello del frigorifero

Maltempo ultime news: 4 morti, decine di feriti e treni bloccati in Calabria

Bambina di 10 anni muore di tumore, la madre: «Niente funerale, dopo averla vista soffrire, non credo più!»