in ,

Fausta Bonino: pm ricorre in Cassazione contro la scarcerazione dell’infermiera di Piombino

Il sostituto procuratore di Livorno oggi 9 luglio ha presentato ricorso in Cassazione contro la scarcerazione di Fausta Bonino, l’infermiera di Piombino arrestata il 31 marzo scorso perché ritenuta responsabile di 13 morti sospette in corsia, e scarcerata il 20 aprile su decisione del tribunale del Riesame di Firenze.

La presunta infermiera killer, che si è sempre proclamata innocente e totalmente estranea alle accuse, è sospettata di avere cagionato la morte di 13 pazienti del reparto di anestesia e rianimazione dell’ospedale di Piombino presso il quale lavorava, somministrando loro dosi eccessive di eparina.

In attesa dell’udienza in Cassazione, che avrà luogo il prossimo settembre, l’avvocato della Bonino, Cesarina Barghini, ha commentato così il ricorso presentato dal Massimo Mannucci: “Sono basita e sono anche indignata per la pervicacia ormai incomprensibile che l’autorità giudiziaria ha nei confronti della mia cliente. Comunque il ricorso non ci spaventa. Fausta Bonino è estranea a questa vicenda e ne uscirà a testa alta”.

Emma Marrone e Stefano De Martino

Emma Marrone Selvaggia Lucarelli, la guerra continua: “Donne aride e fredde”

Lino Banfi compie 80 anni: le 10 citazioni storiche