in

Fca Peugeot fusione, trattative in corso: affare da 40 miliardi

“A seguito di recenti notizie in merito ad una possibile operazione strategica tra Groupe PSA e il Gruppo FCA, Fiat Chrysler Automobiles N.V. conferma che sono in corso discussioni intese a creare un Gruppo tra i leader mondiali della mobilità. FCA non ha al momento altro da aggiungere”, così si legge in un comunicato appena diffuso da Fiat Chrysler.

Fca Peugeot fusione possibile, affare da 40 miliardi: volano titoli in Borsa

Una notizia che, in realtà, era già nell’aria: ad anticiparla è stato ieri mattina il Wall Street Journal. Secondo quest’ultimo “Il ceo di Peugeot, Carlos Tavares, diventerebbe l’amministratore delegato di una società paritaria (50 Fca e 50 Peugeot) (…) Alla presidenza del colosso andrebbe John Elkann. Schema non dissimile da quello della fallita alleanza con Renault: Elkann presidente e un francese al comando operativo. Il fatturato complessivo del gruppo supererebbe i 180 miliardi di euro. La capitalizzazione favorirebbe i francesi: 22 miliardi di euro ieri contro i 18 di Fca. In tutto 40 miliardi di euro, circa 45 miliardi di dollari”. Dunque le società Fiat Chrysler Automobiles (Fca) e Group PSA, proprietario dei marchi Peugeot e Citroen, sono in trattative per una fusione che porterebbe alla creazione di un gigante industriale, che andrebbe a posizionarsi tra il terzo e il quarto posto nella classifica globale dei costruttori di automobili. Intorno alle 8 di stamani, mercoledì 30 ottobre 2019, poco prima che riaprisse la Borsa, è arrivata la conferma da parte della Fiat Chrysler di un matrimonio che farebbe nascere un gruppo da 9 milioni di auto vendute all’anno. Cifre stratosferiche per il mercato.

«Non ci sono garanzie che sarà raggiunto un accordo finale»

Secondo le fonti citate dal Wall Street Journal, nulla è ancora definitivo e potrebbero essere prese in esame alternative diverse: «Non ci sono garanzie che sarà raggiunto un accordo finale». Decisiva sarà la reunion di oggi pomeriggio Parigi del cda di Peugeot, convocato in seduta straordinaria. Quello di Fca è fissato, invece, per domani. Ore concitate per le due società automobilistiche. La chiusura dell’accordo farà capire la posizione del governo francese che a giugno 2019 aveva fatto saltare l’intesa tra Fca e Renault. Come si legge, infatti, su “Il Post”: “la proposta di fusione tra i due gruppi si sta discutendo mesi dopo i colloqui per una possibile fusione tra Fiat Chrysler e Renault, che erano falliti a causa dell’opposizione del governo francese, importante azionista della società, e Nissan Motor Co, partner di Renault”.

leggi anche l’articolo —> Auto, fusione tra FCA e Hyundai: tra indiscrezioni e rumors fantasiosi

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Diletta Leotta Instagram

Diletta Leotta Instagram, dettaglio bollente nella foto con Sarah Jessica Parker: «Che bombe!»

Meningite, 25 enne ricoverata a Rimini: altre 70 persone in profilassi