in

Federica Pellegrini, malattia e fobie della campionessa olimpica: «Proprio non ce la faccio!»

Qualcuno l’ha definita «un delfino che ha paura del mare», un’espressione venuta fuori a seguito di un’intervista, che per tanti è arrivata come una vera confessione choc. Parliamo di Federica Pellegrini, campionessa olimpionica di nuoto e atleta di straordinario talento. Essere brava non vuol dire comunque non avere paure, anzi a volte proprio il timore di non essere abbastanza e le aspettative degli altri possono essere invalidanti.

Federica Pellegrini e la paura del mare aperto

Intervistata da Emiliano Liuzzi del “Fatto Quotidiano”, Federica Pellegrini senza riserve ha raccontato tempo fa i problemi con cui ha dovuto fare i conti durante il suo percorso, le crisi d’ansia e i suoi timori. Un gigante nella vasca, ma non chiedetele di nuotare in mare. «Io e il mare non abbiamo ancora fatto pace. Ci guardiamo, ma a debita distanza. io non nuoto dove non vedo il fondo. È così. Sono abituata a vedere il fondale, se c’è nero non mi tuffo!», ha affermato Federica Pellegrini, che ha poi aggiunto: «Non sono donna di mare, sono nata a Spinea, cresciuta tra Milano e Verona con una pausa a Parigi. Non chiedetemi del mare!». A nulla sarebbero servite per superare la paura le immersioni: «Prima lezione per prendere il brevetto e lì è finito tutto. Ma in realtà è una questione di compensazione. Mi porto dietro un’otite cronica da quando ero piccola. Non ce la faccio. Finita lì!».

Federica Pellegrini come la fenice araba: attacchi di panico, bulimia e notti insonni oggi sono un ricordo lontano

Federica Pellegrini ha avuto però a che fare con gli attacchi di panico e la bulimia, problemi arrivati subito dopo quell’oro olimpico a Pechino 2008. Dopo il trionfo ad Atene nel 2004 – un argento a soli 16 anni – il peso delle responsabilità era davvero tanto. Non è stato facile, come ha ammesso la giovane atleta in un’altra intervista: «Il problema alimentare parte dal grande stress che vivevo in quel periodo della mia vita!». Federica Pellegrini soprattutto dopo la famosa gara sbagliata nei 400 metri, ha dovuto tollerare i titoli poco felici dei giornali che l’hanno portata anche ad avere terribili incubi notturni. Ora ne è uscita, come testimonia il tatuaggio che i suoi fan amano di più, l’araba fenice, l’uccello di fuoco capace di rinascere sempre dalle proprie ceneri. D’altronde non c’è ostacolo che non possa essere superato.

leggi anche l’articolo —> Loredana Bertè “Amici 2019” svelato il suo segreto horror: ecco cosa mette tra i capelli

Loredana Bertè “Amici 2019” svelato il suo segreto horror: ecco cosa mette tra i capelli

Sisal offerte di lavoro: nuove assunzioni e stage in Italia