in ,

Federica Pellegrini sbotta su Twitter e se la prende con la Federazione nuoto per i suoi 3000 euro

Federica Pellegrini non trova serenità nemmeno in vacanza, a Porto Rotondo. Considerata una delle più  forti nuotatrici al mondo ha trovato da ridire sulla decisioni del Consiglio federale della Federnuoto per quanto riguarda i premi gara. A far sbottare su Twitter la veneta sono stati i 3000 euro, 1500 a medaglia, che la Federazione le avrebbe riconosciuto per i Mondiali di Roma del 2009. Questi compensi riguarderebbero le due medaglie d’oro sui 200 e 400 stile libero che ha vinto e  queste medaglie sono state arricchite anche da tre primati del mondo: uno nei 200 e ben due nei 400, prima in semifinale e poi in finale.

Pellegrini

La ragione di questo sfogo è presto detta: Federica non ne fa una questione di guadagno ma di “trattamento con un’altra grande del nuoto italiano: Alessia Filippi, che a Roma nel 2009, ha vinto l’oro nei 1500 stile libero e il bronzo negli 800. La Federnuoto, per queste due vittorie, ha riconosciuto alla Filippi 20.000 euro. Questo è ben più di  quello che era stato garantito alla Pellegrini. La nuotatrice di Mirano non si è arrabbiata per i compensi ma per la gran differenza di trattamento.

La stessa Filippi, in un’intervista al ilsole24ore.com, si è stupita di questa notizia e aspetterà settembre per chiarire con la Federazione tutto questo. Non ne sapeva niente e si augura che se lei riceve una “certa” cifra anche gli altri debbano beneficiare dello stesso compenso. Fa presente che, in Francia, chi vince una medaglia d’oro guadagna molto di più. C’è da tener presente che i primati del mondo vengono sempre riconosciuti dalla Fina (ovvero la Federazione Internazionale) che paga quanto stabilito di volta in volta. Questo però non cambia assolutamente le cose: Federica è una campionessa a livello internazionale e deve avere quello che le spetta. Alice si augura che Federica possa avere di più per le bellissime medaglie che ha vinto per la Nazione.

 

 

 

 

Fiction Mediaset, Giulio Berruti in “I segreti di Borgo Larici” nel 2014

Top 11: ecco una formazione con i capelloni più noti della Storia del calcio