in ,

Federica Sarno intervista esclusiva: l’attrice de “Le frise ignoranti” si racconta, musica e tatuaggi dietro il suo successo

Federica Sarno è la giovane interprete del nuovo film “Le frise ignoranti” diretto da Antonello De Leo e Pietro Loprieno nelle sale cinematografiche dallo scorso 23 aprile. Dopo un percorso nella moda e sui palcoscenici teatrali, Federica approda sul grande schermo stregando il pubblico con i suoi abbaglianti occhi verde smeraldo e la sua fisicità longilinea: “Presto farà giorno” opera prima di Giuseppe Ferlito e “Le leggi del desiderio” di Silvio Muccino sono altre esperienze nel mondo del cinema che la Sarno affronta con caparbietà e un’infinita voglia di fare. Attrice espressiva, eccentrica e mai banale, si racconta in esclusiva ad Urbanpost, rivelando le varie sfaccettature di cui è composto il suo carattere esplosivo.

Grazie Federica per il tempo che ci dedichi, puoi raccontarci qualcosa della tua partecipazione al film “Le frise ignoranti”?

“Innanzitutto grazie a voi per la possibilità. Ne “Le frise ignoranti” sono Allegra, una ragazza viva e carismatica che si trova a supportare Caterina, la sua migliore amica, quando il suo matrimonio entra in crisi. E’ un vero e proprio spirito libero che alla soglia dei 30 ancora studia all’università e non ha progetti sicuri per il futuro, se non quello di divertirsi e godersi i ” vizi” della vita mondana che conduce”.

Come ti sei preparata per questo ruolo?

“Il ruolo era molto lontano dal mio essere e dalla mia personalità perchè Allegra ha una leggerezza e spensieratezza che non mi appartiene. Ho lavorato su un terreno a me sconosciuto, così come tutto il mondo della commedia alla quale ancora non avevo partecipato. Per quanto mi riguarda ho cercato di adattarmi ai tempi comici degli altri attori del film, cercando anche di rubare il più possibile da persone che nella mia vita  più si avvicinavano alla personalità di Allegra”.

È stato difficile lavorare al fianco di famosissimi interpreti come Lino Banfi ed Eva Riccobono? In generale hai dovuto affrontare delle difficoltà durante la registrazione di questo film? 

“Sul set avevo la maggior parte delle scene con Eva e le stesse Frise. E’ inutile dire che mi sono divertita in maniera esponenziale durante tutte le riprese. Condividendo tutti i momenti anche fuori dal set abbiamo stretto un legame molto forte anche a livello personale. Questo ci ha aiutato anche a dare più credibilità nelle scene corali per evidenziarne la forte amicizia. Per me sono state delle vere scoperte Dario Bandiera e Francesco Pannofino che oltre a tranquillizzarmi nel momento prima del ciak mi hanno dato anche una marcia in più nel farmi credere che la commedia non è poi così lontana dalle mie corde”.

Si parla anche di musica in questo film, è il filo conduttore che unisce i personaggi, ma tu che rapporto hai con canzoni e note? Hai una melodia che ti accompagna, una sorta di colonna sonora della tua vita? 

“Io passo la maggior parte della mia giornata con la musica nelle orecchie. Mi rilassa mi carica e mi fa riflettere in base all’emozione del momento. Amo mettere le cuffiette ed entrare in un vero e proprio mondo parallelo: le note mi accompagnano mentre passeggio per Roma. Sono abbastanza dicotomica come gusti musicali perchè spazio dal cantautorato italiano come Capossela, Tenco, De andrè e i Baustelle ai miei amati Queen, Florence and the Machine. Il mio preferito però resta sempre Piero Ciampi”.

Sei una ragazza dai mille contrasti: viso d’angelo, occhi azzurri e tatuaggi aggressivi. Qual è la tua vera anima? Come sei lontana dal set: timida, riservata oppure combattiva e tenace? 

“I contrasti e gli opposti mi affascinano e mi appartengono non solo nei caratteri fisici ma anche per quanto riguarda la mia personalità. Come si vede amo i tatuaggi ma perchè per me un tatuaggio è un segno importante che decido di imprimere sulla mia pelle quando nella mia vita succede qualcosa di forte ed importante. Tutti hanno  un significato particolare a me molto caro, raccontano la mia anima un pò più nera, il mio passato e quello per cui nella vita lotto: l’amore, la coerenza e la famiglia. Lontano dal set sono abbastanza riservata ma non per questo non tenace. La passione è la prima cosa che la mattina mi da la forza di andare avanti”.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro, hai dei sogni nel cassetto ancora irrealizzati? 

“A breve farò parte della fiction in questi giorni in onda su canale 5 ” Squadra mobile” come protagonista di puntata e successivamente inizieranno le riprese di un nuovo film con Maya Sansa e Max Gazze. Per il resto continuo a fare provini e su alcuni sto aspettando delle risposte ma il sogno più grande che ho è far parte di un film muto come ” The Artist”. Sarebbe una prova attoriale molto difficile ma gratificante”.

Quali sono i personaggi che ti piacerebbe interpretare e quelli che mai faresti per nessuna ragione al mondo? 

“Non ci sono ruoli che mai farei nella mia vita anche perchè un attore è tale quando abbraccia in toto tutte le personalità possibili della sfera umana e quando si mette in discussione e va oltre se stesso. Prediligo di sicuro il cinema d’autore e drammatico con personaggi che hanno un lato “nero” più sviluppato.. pellicole come quelle di Bellocchio Moretti e Martone ma una bella possibilità sarebbe lavorare anche con Virzì. Hitchock diceva “il cinema è la vita stessa ma con le parti noiose tagliate”, è esattamente quello che penso io!”

 

Credits Makeup: Chiara Corsaletti

Credits Fotografico: Erica Fava e Paolo Palmieri

start up 'InnovAgeing Solutions invecchiamento attivo

Start Up: InnovAgeing Solutions cerca innovazioni per l’invecchiamento attivo

alena-seredova-nuovo-amore

Alena Seredova dopo Gigi Buffon: nuovo amore, nuova vita