in

Federico Quaranta, cacciato da “Linea Verde”: «Il direttore di Rai Uno non mi reputa di suo gradimento!»

Dopo Benedetta Rinaldi e Antonella Clerici, anche Federico Quaranta figura tra i grandi e inaspettati esclusi dalle Rete Rai. Ormai è ufficiale: l’aitante conduttore genovese non condurrà Linea Verde. Al suo posto Beppe Convertini, al momento al timone de L’Estate in diretta. Federico Quaranta ha espresso il suo disappunto nel corso di un’intervista rilasciata a Tv Blog. Un lungo sfogo il suo, in cui ha spiegato come sono andate davvero le cose e ha espresso la sua posizione nei confronti di Teresa De Santis. 

Federico Quaranta, cacciato da “Linea Verde”: «Il direttore di Rai Uno non mi reputa di suo gradimento!»

«Sono stato cacciato due giorni prima della presentazione dei palinsesti. Devo stare fermo un anno!», ha esordito Federico Quaranta, che ha ricevuto la notizia da Angelo Mellone: «Me lo ha comunicato in lacrime, io credo nella sua profonda amicizia!». Come avvenuto per Benedetta Rinaldi, l’esclusione è arrivata in ritardo: «Sono stato cacciato due giorni prima della presentazione dei palinsesti. Sono stato privato della possibilità di propormi ad altri editori, perché i palinsesti a Mediaset, Sky, Discovery e La7 erano tutti già fatti. Devo stare fermo un anno. Il direttore di Rai Uno non mi reputa di suo gradimento, in barba ai risultati, al gradimento, all’apprezzamento sui social, in barba anche al telespettatore che paga il canone. Non mi vuole. Ne ha il diritto, me lo avesse detto tre mesi prima, mi sarei mosso. Ma non è andata così!», ha affermato l’ex conduttore di Linea Verde, escluso anche da Grand Tour.

leggi anche l’articolo —> Benedetta Rinaldi esclusa dalla Rai: «Meno male che mio marito lavora, altrimenti come farei?», sfogo amaro

«Il direttore di rete Teresa De Santis ha deciso che io non sia più il conduttore di Linea Verde!»

Sfogo amaro quello di Federico Quaranta, che si era trovato a partecipare più volte anche a La prova del cuoco, programma un tempo condotto dalla collega, Antonella Clerici, a cui non è stato riservato proprio un trattamento di riguardo: «Il direttore di rete Teresa De Santis ha deciso che io non sia più il conduttore di Linea Verde. È nelle sue facoltà mettere alla conduzione dei programmi chi meglio le aggrada o le conviene. Io per lei non ero prioritario. E fino a qui non c’è niente da eccepire!». Però l’ex conduttore di Linea Verde ha delle perplessità: «Se uno fa bene, se uno raggiunge ottimi risultati di ascolto, con share davvero importanti, non millantati, dati ottenuti senza stratagemmi per alzare lo share, e con una contro-programmazione coi fiocchi, dovrebbe essere premiato!». Federico Quaranta ha chiesto quattro volte di essere ricevuto, ma non ha avuto risposta: «Ho chiamato il mio agente, Lucio Presta, e mi ha confermato che era proprio così. Mi ha detto che pensava che risultati e meritocrazia valessero: ‘A quanto pare, non devi lavorare tu, ma deve lavorare qualcun altro’. Io non ho niente contro Convertini. Sta lavorando? Sì. Sta facendo bene il suo lavoro? Abbastanza, senza contro-programmazione, con lo share del programma diviso!». 

Federico Quaranta: «Beppe Convertini è un bravo ragazzo, è un talentuoso conduttore, ma…»

E su Beppe Convertini, che andrà a sostituirlo, il conduttore genovese ha dichiarato: «È un bravo ragazzo, è un talentuoso conduttore. Ben venga, fatelo lavorare. Ma perché io, bravo ragazzo e talentuoso conduttore come lui, non devo essere confermato dopo aver fatto il record di ascolti degli ultimi dieci anni di Linea Verde? Non ce l’ho con il mio ex direttore De Santis, ma non ho capito perché non abbia mai voluto parlarmi. Non ho capito cosa le ho fatto di così terribileÈ la verità, io non racconto le balle. Se il motivo per cui viene premiato Convertini, è il merito, son contento per lui. Ma perché non premiano me? Se Convertini ha merito, io che demerito ho? Lui fa il 13-14%, io facevo il 21%, arrivando al 24,5% di picco. Il merito deve essere per tutti. Ci sono altre logiche? Basta dirmelo. Non voglio pensare che io sia sacrificabile perché non ho santi in paradiso!». 

«Il non detto è 100 mila volte più importante del detto!»

Parole belle quelle poi riservate all’amica Antonella Clerici: «Il direttore di rete ha il diritto di fare le sue scelte. E le fa. Ma qui stiamo parlando di Antonella Clerici. Non di Federico Quaranta. Parliamo della signora della televisione italiana. Su Antonella bisognerebbe aprire un capitolo a parte. Di recente ne ho parlato con lei. Mi ha detto che restare a casa, pur avendo un contratto con la rete, non è corretto. Ha ragione, per questo ha accettato di lavorare allo Zecchino. Miss Italia no, perché la proposta è arrivata all’ultimo minuto. Antonella, come Mellone, per spirito aziendale, ha detto sì allo Zecchino d’oro. Credo non ci sia bisogno di dire altro. Mi fermo qui. Il non detto è 100 mila volte più importante del detto!». 

leggi anche l’articolo —> Nancy Brilli contro la Rai, sfogo amaro su Instagram: «Mai più fatto fiction!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Alessia Macari Instagram, seno in bella mostra: «Due boe all’orizzonte»

Diletta Leotta sensuale su Instagram al tramonto: la scollatura profonda è paradisiaca