in

Felicità: la vita comincia a 50 anni, le cause e le ricerche scientifiche

Qual è l’età di maggior felicità? Secondo una ricerca dell’Australian Institute of Family Studes, la vita comincerebbe a 50 anni, con un aumento stabile di felicità sino agli 80 anni. Secondo i dati raccolti dalla ricerca, sino ai 15 anni si è abbastanza contenti, anche se poi subisce un declino sino ai 35 anni. Da lì, il livello di soddisfazione della vita rimane a livelli minimi sino ai 50 anni.

Lo studio, che ha avuto un campione di oltre 27mila persone, tra i 15 e 90 anni, ha rivelato anche i principali motivi di felicità. Così si è scoperto che l’arrivo di un figlio solitamente provoca un calo di felicità nelle madri per i primi due anni di vita del neonato, così come – in maniera meno marcata – accade per i padri. Il momento dell’abbandono della casa paterna non aggiunge molto al livello dei figli, anche se migliora notevolmente quello dei genitori.

L’età più difficile – spiega il responsabile della ricerca, David de Vaus, è quello compreso tra i 35 e i 50 anni, a causa delle varie preoccupazioni. “E’ l’età in cui le pressioni del lavoro tendono a essere al massimo, quando vi sono forti cambiamenti di carriera e di opportunità, ed è anche il tempo in cui separazione e divorzio sono più probabili“, ha commentato De Vaus sul portale web dell’istituto.

Vacanze al mare ottobre 2015: 5 mete economiche o bellissime

Vacanze al mare ottobre 2015: 5 mete economiche e bellissime

Alvaro Morata

Juventus Fc, Morata e Mandzukic fanno preoccupare Allegri