in

Feltri: «Di Maio Ministro degli Esteri? Mi rallegro, l’inglese non ha il congiuntivo ignoto a Gigino!»

Non sono poche le critiche che stanno piovendo addosso al nuovo esecutivo giallorosso, alla cui guida c’è Giuseppe Conte, che proprio questo pomeriggio si è recato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per sciogliere la riserva e presentare l’elenco dei ministri. Tra i più concitati il giornalista e direttore di Libero Quotidiano Vittorio Feltri, che su Twitter ha attaccato con la sua solita mordace ironia Luigi Di Maio.

Feltri: «Di Maio ministro degli Esteri? Mi rallegro, l’inglese non ha il congiuntivo ignoto a Gigino!»

Un messaggio molto forte quello di Feltri contro il capo politico del Movimento 5 Stelle, ex ministro dello sviluppo economico e ministro del lavoro e delle politiche sociali, oggi ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale. «Mi rallegro sapendo che Di Maio sarà ministro degli Esteri ruolo che richiede la conoscenza dell’inglese cioè una lingua priva del congiuntivo ignoto anche a Gigino. Conte fa di tutto per agevolarlo!», ha postato il direttore di Libero, facendo del sarcasmo sul nuovo incarico di Luigi Di Maio nel Conte bis.

leggi anche l’articolo —> Vittorio Sgarbi attacca il M5s: «Alleanza col Pd? Pur di restare, governerebbero con l’Isis!»

Ma non è finita qui, Feltri ha sferrato più di un attacco al fresco esecutivo che domani presterà giuramento: «Conte Dracula pensa di dissanguarci con le tasse e i suoi lo applaudono, mentre Salvini va in vacanza in Trentino. Prima o poi ci vendicheremo. Garantito!» e ancora «La stupidità della sinistra si manifesta pienamente in questa sua teoria: pagare la gente che non lavora e tassare quella che lavora. Risultato, aumenta la disoccupazione!».

Contro papa Francesco: «Bergoglio mi ha nauseato!»

Il direttore di Libero Quotidiano ha riservato, invece, parole positive nei confronti della leader di Fratelli di Italia: «Anche quando non condivido una sua idea, stimo e ammiro Giorgia Meloni perché è una persona seria alla massima potenza!». Ma Feltri è stato travolto stamani da una bufera mediatica per una sua dichiarazione forte su Papa Francesco: «Sono un ateo cristiano di formazione, ma le prediche inutili e lagnose di Bergoglio mi hanno nauseato!». Anche il pontefice argentino è finito nel mirino della dialettica sprezzante dell’amato odiato opinionista bergamasco. Chi sarà il prossimo?

leggi anche l’articolo —> Vittorio Feltri: «Lega e M5s insieme di nuovo? Sarebbe una buffonata senza precedenti!»

Seguici sul nostro canale Telegram

Renzi: «Salvini si chiama Passato! E pensare che un mese fa chiedeva ‘pieni poteri’ tra cubiste e mojiti!»

Il Santo del giorno 5 settembre: Santa Teresa di Calcutta