in ,

Ferrara pensionato ucciso: slovacco 19enne confessa delitto

Pierluigi Tartari è stato massacrato di botte, fino alla morte. Il suo corpo è stato ritrovato, a testa in giù con mani e piedi legati, all’alba di venerdì 25 settembre, abbandonato in un casolare di campagna a qualche chilometro di distanza dall’istituto penitenziario di via Arginone, a Ferrara. Gli inquirenti sulla scena del crimine hanno definito l’esecuzione “una barbarie mai vista prima”.

Pensionato 73enne, di lui si erano perse le tracce il 9 settembre scorso dopo che due malviventi si erano introdotti a scopo di rapina nella sua abitazione di Aguscello, in provincia di Ferrara. Gli inquirenti sono arrivati al suo cadavere solo grazie alla segnalazione dei responsabili, ora in carcere. A tradire il killer e il suo complice le tracce lasciate durante un acquisto fatto con il bancomat della vittima.

L’omicida ha 19 anni, si chiama Patrick Ruszo, ed è di nazionalità slovacca. Arrestato dalla polizia di Stato mentre si trovava a bordo del treno Bologna-Venezia. Messo alle strette, è crollato e ha reso piena confessione dell’omicidio del pensionato. Il suo complice, Costantin Fiti, ungherese di 21 anni, è stato fermato a Padova mentre tentava la fuga.

valentina dallari e andrea melchiorre si sono lasciati

Uomini e Donne gossip: Andrea Melchiorre posta i messaggi con Valentina Dallari poi li cancella

Assegno di disoccupazione 2017, Naspi

La ricchezza aumenta la felicità? Ecco la risposta degli scienziati