in ,

Fertility Day 2016: gli slogan fuori dal tempo che azzerano il desiderio di avere figli

Per chi ancora ne fosse ignaro, il prossimo 22 settembre 2016 il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha indetto il primo Fertility Day, ovvero una giornata in cui si dovrebbe sensibilizzare l’opinione pubblica al tema della fertilità soprattutto di fronte a gravi problemi nel nostro Paese come la denatalità. Certamente una buona iniziativa che dovrebbe sensibilizzare su un problema importante ma che, come spesso accade con le campagne comunicative italiane, non è stata trattato nel migliore dei modi, scadendo in slogan banali che hanno scatenato l’ira delle donne sul web.

“La bellezza non ha età. La fertilità sì” oppure “Genitori Giovani. Il modo migliore di essere creativi” in calce ad un immagine che vede due ragazzi in intimità. Certamente si tratta di frasi poco lusinghiere per le donne, soprattutto le più giovani, che cercano di crearsi una carriera prima di mettere su famiglia ma anche alle tante donne che, a causa della precarietà del lavoro, non possono permettersi di avere un figlio: quando si ha un contratto a tempo determinato che richiede la massima flessibilità come si può diventare madri? Eppure gli slogan del Fertility Day incalzano: “Datti una mossa! Non aspettare la cicogna”.

E che dire dell’immagine di una goccia d’acqua che cade da un rubinetto che titola “La fertilità è un bene comune”: c’è da ricordare però al Ministro Lorenzin e a chi ha pensato questo slogan per il Fertility Day che non è proprio vero che “dove si mangia in due si mangia anche in tre” e che non è la comunità a mantenere i figli, bensì le mamme e i papà che forse prima dovrebbero riuscire a trovare un lavoro stabile. Si tratta davvero di frasi fuori luogo, anzi fuori dal tempo, che forse potevano funzionare negli anni Cinquanta: al tempo della crisi, al tempo delle donne che studiano e cercano di trovare lavoro esattamente come i propri partner ma che, a differenza loro, sentono il tic tac del tempo che passa, forse bisognerebbe mostrare un po’ più di rispetto.

Lega Calcio, cambia il giudice sportivo: via Tosel dopo 10 anni, Gerardo Mastrandrea lo sostituirà

Eurochocolate lavora con noi 2016

Eurochocolate Perugia 2016 lavora con noi: offerte per giovani, ecco come candidarsi