in ,

Festa del Cinema di Roma 2016, Oliver Stone presenta Snowden: “Così ci spiano”

Quando Tech e Cinema si incontrano: alla Festa del Cinema di Roma 2016 è arrivato anche Oliver Stone, regista americano, per presentare il suo ultimo lavoro cinematografico, vale a dire Snowden. Il cineasta, con questa pellicola, si pone l’obiettivo di prendere di mira l’intelligence americana: “Bisogna fare attenzione, sappiamo cosa sta accadendo: siamo tutti potenzialmente sospettati, qualunque forma di protesta potrebbe essere considerata oggetto di pressioni dal governo. Se non oggi domani. Siamo tutti schedati.” ha dichiarato ai giornalisti presenti in sala Oliver Stone.

>>> TUTTO SUL MONDO DEL CINEMA CON URBANPOST<<<

Per realizzare ‘Snowden’ ha incontrato lo stesso Edward che oggi vive in Russia: “Ci siamo visti nove volte – racconta Oliver Stone alla Festa del Cinema di Roma 2016 –  mi ha spiegato come lui era favorevole che si sorvegliassero i terroristi, come me. Ma perché gli Usa hanno installato sistemi di sorveglianza di massa? – ha affermato – lo scopo non era scoprire i terroristi, ma osservare tutto e tutti in certi Paesi e utilizzare le informazioni per perseguire la propria causa: un cambiamento di regime, in Iraq, in Siria, in Brasile, in Venezuela, in Libia. Snowden dice questo: attenzione al potere dato a una nazione nella sorveglianza.”

>>> TUTTO SUL FESTIVAL DEL CINEMA DI ROMA 2016<<<

Infine, una battuta anche sulle imminenti presidenziali americane con la sua preferenza tra Trump e Hillary Clinton: “In Europa siete esterrefatti di fronte a Trump, ma io non penso possa farcela. L’alternativa però è la Clinton, che rappresenta il sistema degli Stati Uniti. Lei è: ‘O con noi o contro di noi’.” Comunque andrà, dunque, per gli Stati Uniti non sarà una scelta ‘di cuore’. 

Qual è la trama di Snowden? La pellicola di Oliver Stone racconta la storia di Edward Snowden, il tecnico informatico della NSA che ha sottratto e diffuso tramite i più importanti quotidiani del mondo, informazioni riservate sulle attività illegali di intercettazione e controllo dei cittadini americani e non da parte delle agenzie di intelligence statunitensi. Nel cast attori del calibro di  Joseph Gordon-Levitt, Nicolas Cage, Shailene Woodley, Scott Eastwood, Timothy Olyphant, Zachary Quinto,

Pensione di cittadinanza

Pensioni 2016 news oggi: Ape social e precoci, tutti i requisiti per entrare nelle platee

Chievo Roma

Juventus calcio, favola Mattiello: torna tra i convocati dopo il lungo stop per infortunio