in

Festa delle donne 2015: ricette veloci, originali, facili e belle per stupirla

Mancano poche ore alla Festa delle donne 2015, il giorno in cui il genere femminile viene esaltato nel ricordo della tragica scomparsa di oltre 200 operaie americane, rimaste vittime di incendi fatali divampati in due fabbriche nel 1908 e 1911. Siete alla disperata ricerca di un menu sfizioso con il quale conquistare la vostra amata? Ecco alcune ricette facili e veloci che vi faranno fare un’ottima figura.

Tartine sfiziose: per una ventina di cuoricini di media grandezza vi serviranno una confezione di sfoglia già pronta, 4-5 pomodorini piccoli, 2-3 cucchiai di senape. Stendete la sfoglia su di un piano e ritagliate la base dei cuoricini in numero pari e spennellatele con la senape, tagliate quindi altri cuori a cui ricavare nel mezzo dei cuoricini più piccoli. Tagliate i pomodori a fettine sottili, mettetene una al centro del cuore e ora posizionate il cuore forato in modo da ricoprire appena il pomodoro. Infine infornate a 180° per 10-15 minuti fin quando non sono dorate;

Rotolini di bresaola: un altro antipasto finger food, facile e gustoso per la vostra amata. Basteranno alcune fette di succulenta bresaola e del saporito caprino: spalmate quindi con un coltello il formaggio nella vostra fetta d’affettato per poi avvolgerla su se stessa e il gioco è fatto. Servite su di un piatto con un filo d’olio;

Fettuccine al tartufo: per questo primo piatto afrodisiaco vi serviranno 80 gr di tartufo nero, 2 spicchi d’ aglio, sale e pepe, 5 cucchiai  di olio extravergine d’oliva, 2 acciughe sott’olio e 320 gr di fettuccine. Per prima cosa tagliate a lamelle sottili il tartufo e riducete le alici sott’olio in piccoli pezzi. Insaporite dunque l’olio in una padella con uno spicchio d’aglio, che sostituirete poi con le acciughe: una volta sciolte, spegnete il fuoco e aggiungete le scaglie di tartufo, mentre cuocete le fettuccine in una pentola d’acqua salata. Scolate la pasta nella padella e terminate la cottura nell’olio di tartufo insaporito;

Gnocchetti alla polpa di granchio: altro primo, altri ingredienti tra cui 75 gr di polpa di granchio, 50 gr di gamberi, 125 gr di gnocchetti di patate, uno scalogno, una noce di burro, 100 gr di passata di pomodoro, i cucchiaio di Philadelphia classico e mezzo bicchiere di vino bianco. Si inizia pulendo e lessando i gamberetti in acqua salata, per poi tritare lo scalogno e farlo imbiondire con l’olio e una noce di burro in padella. Si passa poi all’aggiunta della polpa di granchio, dei gamberetti, del vino bianco e della passata di pomodoro. Si aggiunge infine al composto un cucchiaio abbondante di Philadelphia, amalgamato al sugo rappreso, mentre vengono cotti gli gnocchi, che finiranno la cottura saltati in padella con il sugo;

Carpaccio di pesce spada: passiamo ora ai secondi piatti, per realizzare la prima variante di pesce servono olio extravergine di oliva, un mazzetto di prezzemolo, sale, un cucchiaio di aceto di vino bianco, 10 gr di pinoli e 200 gr di pesce spada fresco o affumicato. Iniziate con la preparazione della salsa, mixando il mazzetto di prezzemolo, i pinoli, l’aceto e l’olio fino ad ottenere una salsa omogenea e cremosa. Non resta quindi che disporre il carpaccio di pesce su di un piatto, spennellarlo con un filo d’olio affinché non secchi e finire il piatto con la salsa appena preparata;

Filetto di maiale miele e zenzero: infine ecco un secondo di carne che sbaraglierà la concorrenza, fatto con 250 gr di filetto di maiale, 1 cucchiaio di miele millefiori, 20 gr di zenzero, un peperoncino rosso fresco, 14 gr di salsa di socia, 1 cucchiaio di olio di semi di sesamo e sale. Questa ricetta inizia eliminando il grasso del filetto, che taglierete poi in bocconcini di circa 2 cm nel senso della lunghezza. Tagliate quindi a julienne il peperoncino e lo zenzero, scaldate in una padella due cucchiai di olio di semi di sesamo e aggiungete prima lo zenzero e dopo 2 di minuti il peperoncino. È tempo ora di cuocere i cubetti di maiale a fuoco medio-alto, facendo ben rosolare da entrambi i lati. Dopo i primi 4 minuti circa di cottura aggiungete il miele e la salsa di soia, proseguite ancora la cottura per altri 4-5 minuti: capirete che avrete raggiunto la perfetta cottura nel momento in cui il miele si sarà caramellato.

Eto'o Fabio Capello

Sampdoria – Cagliari 2-0 video gol, sintesi e highlights: Eto’o torna al goal

8 marzo

Siti e app Android e iOS 8 marzo: Auguri Festa della donna su iPhone, WhatsApp, Facebook e Twitter con una mimosa ‘virtuale’