in ,

Festa delle Donne nel mondo, 8 Marzo: le curiosità della giornata internazionale della donna

Si festeggia oggi, 8 Marzo 2016, la Festa delle Donne più giustamente detta “Giornata Internazionale della Donna”: ecco alcune curiosità riguardante questo giorno dedicato al gentil sesso.

La curiosità più importante sulla festa della donna risiede proprio nella sua origine: per molti anni, infatti, si era persa memoria storica del perché di questo festeggiamento e si era soliti pensare all’8 Marzo come festività in ricordo di centinaia di operaie donne morte nel rogo di un’industria tessile. Un falso storico vero e proprio: l’origine della festa delle donne è datata 1908/1909 quando il partito socialista americano organizzò una manifestazione per richiedere il suffragio universale e, successivamente, venne festeggiato il primo “Woman’s Day”. Come non pensare poi alla mimosa nella giornata internazionale della donna? L’origine della mimosa risale invece all’8 Marzo 1946 quando la festa delle donne venne celebrata in tutta Italia e si decise quindi di utilizzare come simbolo un fiore che sboccia solitamente in questo periodo.

La festa della donna nel mondo… si festeggia ovunque? Ovviamente no. Come risaputo, sono tanti i Paesi in cui le donne godono ancora di pochissimi diritti se non, addirittura, considerate vere e proprie merci di scambio. Fortunatamente, però, esistono delle eccezioni: nonostante l’Africa sia casa di molte discriminazioni, in Zimbabwe e Camerun le associazioni organizzano grandi eventi “in rosa”. In Perù, infine, la festa della donna è così sentita che si organizzano festeggiamenti dai quali gli uomini sono addirittura banditi: tra i più sentiti c’è sicuramente la “pollada”, evento in cui vengono organizzati mercatini e stand golosi che, con le vendite, supportano programmi in favore del gentil sesso.

(Foto: Allies Interactive/Shutterstock)

Zenit Benfica ultime news

Champions League, Zenit – Benfica probabili formazioni e ultime news

Fedez Gasparri

Fedez vs Gasparri: il rapper si trasforma per somigliare al politico