in

Festival della mente 2013: confrontarsi…a suon di idee

Anche quest’anno Sarzana, borgo spezzino, diventa palcoscenico di un festival culturale unico nel suo genere. Il 30 agosto e l’1 settembre 2013 pensatori italiani ed europei si confronteranno su scienza, arte e filosofia esplorando in modo originale e creativo i percorsi di costruzione e sviluppo delle idee.

Promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia e dal Comune di Sarzana, sotto la direzione di Giulia Cogoli, il Festival spegne quest’anno la sua decima candelina, regalando a tutti gli appassionati un cartellone ricco di eventi ed ospiti d’eccezione.

Il giurista Guido Rossi aprirà la manifestazione con una lectio magistralis sulla responsabilità e sul potere delle idee nel costruire, prima che ancora degli interessi precostituiti, vicende ora felici ora tragiche nella storia dell’umanità.

festival della mente 2013 sarzana

Mentre lo filosofo Bernard-Henry Lévy inviterà a riflettere sul rapporto tra arte, scienza e filosofia, interrogandosi sull’orizzonte ultimo di artisti e filosofi, il neuroscienziato Stefano Cappa e il fotografo di fama mondiale Ferdinando Scianna dialogheranno sul tema della memoria come processo creativo, pronto a mutare e ad arricchirsi costantemente sulla base della storia di ciascuno.

Criminologi, psicologi, teologi e filosofi – tra cui Massimo Cacciari – si confronteranno tanto sulle paure vecchie e nuove, quanto sull’amore inteso come esercizio di libertà e creatività. A scienziati del calibro di Piergiorgio Odifreddi ed Edoardo Boncinelli il compito di introdurre gli astanti alla scoperta della robotica e del “cervello segreto”.

Ma sono previsti anche percorsi nel mondo, per così dire, più immanente. Ecco allora che Massimo Montanari è pronto a fare riscoprire il tema del cibo, legato ora alla fame ora al piacere, ora alla convivialità ora all’economia, mentre Lella Costa porterà alla ribalta l’ironia come strumento quotidiano di sopravvivenza.

Oltre alle conferenze, il pubblico potrà partecipare a numerosi spettacoli: dal recital musicale dei fratelli Toni e Peppe Servillo, alla riflessione del coreografo e danzatore Virginio Sieni sulla Resistenza, dal dialogo di Alessandro Bergonzoni sull’energia creativa alla trilogia di Alessandro Barbero intitolata “Medievo da non credere”.

In questa edizione del Festival verrà dedicata particolare attenzione al mondo dei bambini e dei ragazzi. Gabriella Caramore introdurrà i più grandi al tema della conoscenza imperfetta del bambino, eppure così vera, mossa da un desiderio febbrile di sperimentazione e scoperta. Per i più piccoli, tante le occasioni da sperimentare: dai laboratori sensoriali alla pittura con pigmenti colorati estratti da frutta e verdura, dalla costruzioni di bestiari dai nomi improbabili alle letture animate per parlare di astronomia e storie antiche. E ancora percorsi fantastici di abbecedari magici in cui ogni lettera diventa il pretesto per raccontare storie divertenti e inaspettate.

Ad eccezione della lectio magistralis di Guido Rossi, tutti gli eventi del Festival sono a pagamento (gli spettacoli e gli eventi del circuito approfonditaMente a 7 euro; tutti gli altri eventi, compresi i laboratori per bambini, a 3,5 euro l’uno). I biglietti si possono acquistare nei punti vendita di Sarzana e La Spezia, oppure online sul sito www.festivaldellamente.it .
Visita il sito ufficiale della rassegna anche per consultare il programma completo degli eventi!

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Leader

Putin e Medvedev ritratti insieme in lingerie femminile: mostra scandalo chiusa

Monica Bellucci avrebbe una relazione con un magnate russo da 4 anni