in ,

Festival della Politica 2014: Silvia Avallone e Caterina Resta, crisi della comunità

Tra gli appuntamenti del Festival della Politica, alla sua quarta edizione, sono state presenti Silvia Avallone e Caterina Resta, insieme a Tiziano Graziottin, con l’incontro Crisi della comunità e dimensioni della solitudine alle ore 20.45 dell’11 settembre, nella Tensostruttura di Piazzale Candiani a Mestre. Di che cosa hanno parlato?

caterina resta silvia vallone festival della politica

Silvia Avallone e Caterina Resta hanno dialogato sul tema della crisi della comunità, che riguarda l’intero pianeta. Di visione planetaria lo dice proprio Resta: “La crisi della comunità è planetaria, adesso non vediamo possibili nuovi modelli dello stare insieme“. Si riflette su quanto sia davvero grande la solitudine che coinvolge globalmente, da non riuscire a trovare punti d’incontro per poter stare insieme, fisicamente e mentalmente, condividendo. Caterina Resta ha aggiunto: “La comunità è un luogo idilliaco solo nell’immaginario. Non si deve parlare di nostalgia, ma trovare nuovi modi di comunicare, di condividere”.

Silvia Avallone punta lo sguardo rivolto verso i giovani e commenta: “I giovani hanno intenzione di uscire dalla comunità. Questo può essere un valore, ma l’esserne costretti è un dramma” e continua “i giovani stanno tornando nella provincia, per riprendersi la propria terra, dopo le delusioni vissute fuori”. Avallone prosegue, parlando d’identità: “Non c’è più identità c’è pionirismo verso l’ignoto”.

Sempre parlando della crisi della comunità, volgendo l’attenzione alla cultura, che include noi, ma anche gli altri, Caterina Resta commenta: “Una cultura che non sa relazionarsi con l’altro è destinata all’autodistruzione, senza dialogo si muore di asfissia; il rigetto dell’Altro può portare all’autodistruzione“.

 

notizie di oggi

Caso Pistorius-Reeva news, atleta accusato di omicidio colposo

S.S. Lazio domenica 14 settembre

Lazio-Cesena domenica 14 settembre probabili formazioni