in ,

Festival della Politica: vita e morte della sinistra italiana, Mauro, Cacciari e Macaluso

Tra gli appuntamenti del Festival della Politica, alla sua quarta edizione, sono stati presenti Ezio Mauro ed Emanuele Macaluso, insieme a Massimo Cacciari, con l’incontro Vita e morte della sinistra italiana alle ore 19.00 dell’13 settembre, in Piazza Ferretto a Mestre. Di che cosa hanno parlato?

mauro cacciari macaluso

Qual è stata la vera vita della sinistra italiana e come si è addentrata in una sfera più ampia, parallelamente a quella dell’URSS? Com’è morta poi la sinistra italiana e come viene vissuta oggi? Quali sono le domande da porsi, nella costante “questione sociale”? Ezio Mauro ed Emanuele Macaluso hanno cercato di rispondere a queste domande, moderati da Massimo Cacciari. L’incontro è iniziato con il ricordo di Gianluigi Melega, giornalista scomparso ieri notte.

Cacciari: “In Italia nel centro sinistra non è avvenuto un normale mutamento, non lo giudico perché prima è da capire”. Poi interviene Mauro, che ha incentrato il suo discorso sul libro di Macaluso, Cinquant’anni nel PCI, sostenendo: “Il libro di Macaluso descrive una “tragedia” politica. Quella vista e vissuta dalla sua generazione […] Macaluso analizza lo scontro che ha segnato storia del partito comunista; quella tra massimalisti e riformisti. […] Leggere oggi le dichiarazioni del PCI sui fatti di Praga fa venire la pelle d’oca. Il vero populismo che abbiamo davanti si presenta oggi falsamente di sinistra: si tratta di quello grillino“. Ezio Mauro fa un riferimento anche a Gorbačëv: “Gorbačëv aveva cercato di realizzare una profezia di modernizzazione del paese, un tentativo di salvare i paesi dell’ex Unione Sovitica”.

ezio mauro cacciari festival politica

ezio mauro ombrello festival politica

Cacciari passa la parola a Macaluso, anche se inizia a piovere, i tre continuano a parlare sotto l’ombrello. Macaluso interviene: “Vi è un proverbio cinese che dice che chi beve l’acqua di un pozzo, deve ricordare chi ha scavato quel pozzo. […] Con tutte le difficoltà, la democrazia c’è perché si è avviato un corso con PCI e Togliatti protagonista. Il PCI era un partito del sistema o contro? Era dentro il sistema democratico, ma anche contro il sistema capitalistico. […] Mi sono iscritto al partito comunista nel 1941 perché c’era troppa miseria, disoccupazione e disuguaglianza. […] La storia ci ha detto che abbiamo sbagliato: il modo in cui è implosa l’URSS è stata zavorra per il socialismo“. Macaluso pone una domanda, a se stesso e a tutti: “Da anni i partiti di sinistra non si interrogano su quale sia la questione sociale? E la sulla questione internazionale?”

Inter-Fiorentina highlights Serie A

Inter – Sassuolo le ultimissime da San Siro

milan news inzaghi

Parma – Milan le ultimissime dal Tardini