in

Festival di Cannes 2014: l’Italia brilla sulla Croisette (Video)

La Palma d’Oro è andata a “Winter Sleep” di Nuri Bilge Ceylan. Il film turco ha vinto il premio più importante alla 67esima edizione del Festival di Cannes. Importantissimo premio anche per il cinema italiano: il film “Le meraviglie” di Alice Rohrwacher ha conquistato il Grand Prix della giuria. Premiata da una bellissima Sophia Loren, che ha ricevuto una standing ovation, la Rohrwacher è apparsa molto emozionata. Festival de Cannes Page Officielle


La cerimonia, condotta da un sempre affascinante Lambert Wilson, ha parlato italiano. Infatti una meravigliosa Monica Bellucci, elegante in bianco e nero, ha consegnato il premio al Miglior Attore Timothy Spall per “Mr. Turner. Il premio come Miglior Attrice è andato invece alla sempre convincente Julienne Moore per “Maps to the Stars” di David Cronenberg, consegnatole da Daniel Auteuil. 

Daniel Brühl ha consegnato il Premio della Giuria che è andato ex-equo a “Adieu au langage” di Jean Luc Godard e “Mommy” di Xavier Dolan. Quest’ultimo era il film più accreditato a vincere la Palma d’Oro, dopo le entusiastiche critiche ricevute. Il giovane regista, di soli 25 anni, sembrava davvero un bambino mentre ha ringraziato il presidente della giuria Jane Campion, definendo il suo “Lezioni di Piano”, come uno dei film che più lo hanno influenzato. La Miglior sceneggiatura è andata ai russi Andreï Zviaguintsev e Oleg Negin per “Leviathan”.

 

I PREMI

 

Palme d’Or: “Winter Sleep” (Nuri Bilge Ceylan, Turkey-Germany-France)

 

Grand Prix: “The Wonders” (Alice Rohrwacher)

 

Miglior Regia: Bennett Miller, “Foxcatcher”

 

Miglior Attore: Timothy Spall, “Mr. Turner”

 

Miglior Attrice: Julianne Moore, “Maps to the Stars”

 

Premio dell Giuria: “Mommy” (Xavier Dolan) e  “Goodbye to Language” (Jean-Luc Godard)

 

Sceneggiatura: Andrey Zvyagintsev and Oleg Negin, “Leviathan”

 

ALTRI PREMI

 

Camera d’Or: “Party Girl” (Marie Amachoukeli, Claire Burger, Samuel Theis)

 

Palme d’Or per il miglior cortometraggio: “Leidi” (Simon Mesa Soto)

 

Menzione speciale per il miglior cortometraggio: “Aissa” (Clement Trehin-Lalanne)

 

Ecumenical Jury Prize: “Timbuktu” (Abderrahmane Sissako, Mauritania-France)

 

SEZIONE UN CERTAIN REGARD

 

Premio Un Certain Regard: “White God” (Kornel Mundruczo, Hungary-Germany-Sweden)

 

Premio della Giuria: “Force Majeure” (Ruben Ostlund, Sweden-France-Denmark-Norway)

 

Premio Speciale: “The Salt of the Earth” (Wim Wenders and Juliano Ribeiro Salgado, France-Italy)

 

Migglior Cast: “Party Girl” (Marie Amachoukeli, Claire Burger, Samuel Theis, France)

 

Miglior Attore:  David Gulpilil, “Charlie’s Country” (Rolf de Heer, Australia)

 

QUINZAINE des REALISATEURS

 

Art Cinema Award: “Les Combattants” (Thomas Cailley, France)

 

Premio Society of Dramatic Authors and Composers: “Les Combattants”

 

Europa Cinemas Label: “Les Combattants”

 

SETTIMANA DELLA CRITICA

 

Grand Prize: “The Tribe” (Myroslav Slaboshpytskiy, Ukraine)

 

Visionary Prize: “The Tribe”

 

Society of Dramatic Authors and Composers Prize: “Hope” (Boris Lojkine, France)

 

PREMI FIPRESCI  (critica internazionale)

 

Competition: “Winter Sleep”

 

Un Certain Regard: “Jauja” (Lisandro Alonso, Denmark-U.S.-Argentina)

 

Directors’ Fortnight: “Les Combattants”

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Radja Nainggolan facebook

Roma: Radja Nainggolan pensa ad un club giallorosso forte e competitivo (Video)

Vacanza a Venezia low cost: un sospiro di meraviglia