in

Festival di Sanremo 2015: Emma rinuncia al suo compenso

Il Festival di Sanremo 2015 non è ancora partito e già ci sono colpi di scena che lasciano a bocca aperta gli addetti ai lavori e non: Emma Marrone, scelta da Carlo Conti come valletta della sessantacinquesima edizione della kermesse canora, assieme ad Arisa e alla modella Rocio Munoz Morales, ha dichiarato di voler rinunciare al suo cachet. Il gesto della cantante salentina ha sorpreso un po’ tutta l’opinione pubblica e il Web, che pare aver apprezzare molto la decisione della sua beniamina.

Già alcuni giorni fa vi avevamo informati sui cachet delle due vallette, Arisa ed Emma, e di quanto questi fossero ‘esigui’ – ma comunque delle cifre importanti – in confronto a quelli delle protagoniste degli scorsi anni. Oggi la cantante salentina, lanciata dal talent di Maria De Filippi ma che è salita sul gradino più alto del podio di Sanremo solo tre anni fa con il brano Non è l’inferno, ha dichiarato di voler lavorare praticamente gratis, rinunciando al suo compenso. Emma Marrone salirà sul palco dell’Ariston ricevendo solo un rimborso spese per retribuire il suo staff che la accompagnerà in questa sua esperienza sanremese.

Sorprende la decisione di Emma di rinunciare al suo cachet per Sanremo 2015 ma c’è già chi parla di trovata pubblicitaria, visto che la sua presenza al Festival della canzone italiana servirà alla cantante come lancio per il suo nuovo album di inediti, che Emma ha già pronto per essere sfornato.

Written by Vittoria Verdi

Giornalista pubblicista, reporter e copywriter. Appassionata di cinema, simpatizza decisamente per i cani ma sta imparando a relazionarsi ai gatti con risultati soddisfacenti, scrive per svariate testate giornalistiche on line e cartacee. Astemia, vintage prima della moda del vintage e amante dello smalto rosso in ogni sua declinazione.

offerte San Valentino 2015 Terme Bologna

Weekend romantico San Valentino 2015 alle terme a Bologna: spa, offerte e “coccole” in beauty farm

anticipazioni diMartedì Giovanni Floris

Anticipazioni diMartedì: si parlerà della vittoria di Tsipras e della corsa al Quirinale