in

Festival internazionale del cinema indipendente di Buenos Aires: ecco i film premiati

Si è conclusa ieri a Buenos Aires la settimana dedicata al festival internazionale di cinema indipendente BAFICI, che si è tenuta dal 10 al 21 aprile.

Questo festival, a cui hanno partecipato oltre 370.000 persone,  ha celebrato nel 2013 i suoi 15 anni di attività. Come riportato anche nella pagina Facebook del festival quest’anno nelle sue undici sedi sono stati proiettati 473 film di diversi paesi.

Carmela_salvata_dai_filibustieri_film

Tra i paesi europei presenti anche l’Italia ha partecipato con le produzioni: Carmela salvata dai filibustieri di Giovanni Maderna e Mauro Santini per la sezione Vanguardia y Genero, Giuseppe Tornatore -ogni film un’opera sezione Panorama (il regista era già vincitore del BAFICI nel 2002 con l’opera Tornando a casa), Su re di Giovanni Columbu per la sezione

Competencia Internacional che ha ricevuto il premio SIGNIS per l’edizione 2013 . 

Per la sezione Diritti Umani, il premio “Miglior Film” è stato ricevuto dal film italiano Materia Oscura di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti ed è stato menzionato il film danese My Afghanistan, Life in the Forbidden Zone di Nagieb Khaja.

Tra i vincitori dell’ edizione 2013 del BAFICI sono stati inoltre premiati: il film inglese Berberian Sound Studio di Peter Strickland eletto come “Miglior film” della Selezione Ufficiale Internazionale e il film argentino La paz di Santiago Loza che ha vinto la Selezione Ufficiale Argentina e il premio ACCA.

Per la sezione Competencia International che dà un riconoscimento per  ai registi emergenti per il loro inizio di carriera, hanno vinto col premio “Miglior attrice” le attrici Maria Villar, Agustina Munoz e Elisa Carricajo per la produzione argentina di Viola di Matias Pinero.

Il premio come “Miglior attore” è stato vinto da Francesco Carril per il film spagnolo Los Ilusos  di Jonàs Trueba; da Matt Porterfield per il proprio film inglese I used to be darkerLa produzione svizzera Playback dei registi Antoine Cattin e Pavel Kostomarov ha ottenuto inoltre una menzione speciale.

 

Written by Anna Cuccuru

Laurea specialistica in Relazioni Internazionali a Ca' Foscari di Venezia, master europeo di Mediazione Intermediterranea, ha 3 lauree italiane e due estere. E' stata residente all'estero per diversi anni, appassionata di politica e conflitti internazionali, specie se riguardanti il Medioriente. Ama il cinema, i viaggi soprattutto se ecosostenibili, gli scambi interculturali, il volontariato. Collabora con diversi blog e testate on line.

Il discorso di insediamento di Giorgio Napolitano (testo integrale)

Google Glass controllabili con gli occhi: in vendita nel 2014?