in ,

Fidanzati uccisi a Pordenone: indagini ad una svolta, trovati capelli e tracce biologiche del killer?

Le indagini sull’omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza potrebbero essere ad una svolta, in quanto il Ris di Parma ha trovato nella loro Suzuki Alto, dove i due fidanzati sono stati freddati, dei capelli che potrebbero appartenere alla persona che li ha uccisi. Gli inquirenti sarebbero convinti che molto probabilmente il killer, avendo sparato ad una distanza molto ravvicinata, si sia introdotto dentro l’abitacolo della macchina.

I reperti ritrovati potrebbero rivelarsi fondamentali per comprendere il mistero che avvolge questo duplice omicidio. Oltre ai capelli sono state rilevate “tracce biologiche diverse dal sangue della vittime”. Forse ancora una volta la scienza si rivelerà determinante per scoprire l’identità del sicario.

Nel frattempo il sindaco di Adelfia, Vito Antonacci, il paese in provincia di Bari dove sarà sepolto Trifone Ragone è intervenuto sulla vicenda del duplice omicidio censurando quanti “caccia di notizie” hanno violato la privacy dei due giovani: “Vite doppiamente violentate dalla stupida sete di ‘notizie’ pur che siano, per il gusto di alimentare il qualunquismo spesso oggi dilagante; ciascuno con il binocolo nel recinto dell’altro, pronti a commentare, pettegolare e, spesso, infangare. Nessuno sa come sono andati i fatti e lasciamo a chi di competenza accertarli, auspicando solo che il balordo che ha sparato, qualunque sia la ragione, venga assicurato alla giustizia“.

Amici 14 anticipazioni

Amici 14 anticipazioni: eliminata Alice

mamme e allattamento al seno

Allattamento al seno: i falsi miti da sfatare