in ,

Fidanzati uccisi a Pordenone ultime notizie: svolta, c’è un indagato

Dopo sei mesi dall’omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone, le indagini sono ad una svolta: sarebbero infatti stati attribuiti un volto e un nome al killer dei due fidanzati uccisi a Pordenone.

Teresa Costanza e Trifone Ragone sono stati uccisi il 17 Marzo scorso sul piazzale delle palestra che erano soliti frequentare: il killer, quella sera, si avvicinò alla loro automobile ed esplose 6 colpi con una Beretta 7.65, freddando i due giovani. All’accaduto hanno fatto seguito ben 6 mesi d’inchiesta con una copiosa quantità di dati raccolti tra sms, tabulati telefonici, profili social, immagini delle telecamere e numerose testimonianze. Grazie a questo duro lavoro dei Carabinieri di Pordenone, in collaborazione con i reparti dei Ris e dei Ros, la Procura di Pordenone ha finalmente potuto inserire il nome di un sospettato nel Registro degli Indagati.

“Abbiamo un’idea seria ma di più non posso dire… anche per non dare vantaggi al killer” ha commentato il procuratore capo di Udine, Marco Martani. Le indagini ed ulteriori dettagli sono quindi celate da un silenzio preventivo ma una cosa è quasi certa: non ci sarebbe un mandante bensì il killer avrebbe agito di sua spontanea volontà, organizzando minuziosamente l’omicidio e la fuga. Negli ultimi giorni, ulteriori dettagli sarebbero emersi proprio riguardo all’allontanamento del killer dopo l’omicidio: sul fondo del laghetto vicino al piazzale è infatti stato trovato un caricatore compatibile con l’arma del delitto. Essendo la pistola un modello databile anche prima della fine della II Guerra Mondiale, ci sono molte probabilità che il ritrovamento del caricatore non sia solamente una coincidenza ma una vera e propria evidenza del fatto che l’assassino conoscesse molto bene quei luoghi.

x factor 2015

X Factor 2015 Italia: 5 Seconds of Summer ospiti ai Live Show

caso ceste ultime notizie

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 25 settembre: Elena Ceste news sul processo