in ,

I figli primogeniti sono più intelligenti e acuti dei secondi: lo afferma uno studio

L’eterna disputa tra figli è un luogo comune che negli anni non è mai cambiato. Tra fratelli e sorelle vi è sempre quella lotta ingenua condotto allo scopo di avere tutte le attenzioni dei genitori. Uno studio scientifico condotto dai ricercatori dell’Università di Edimburgo, però, potrebbe mettere la parola fine a questo litigio che si tramanda di generazione in generazione.

I primi figli, infatti, sarebbero più intelligenti e acuti dei secondi: questo perché riceverebbero molti più stimoli mentali durante i primi anni di vita. La ricerca, pubblicata sul Journal of Human Resources, ha preso in esame circa 5 mila bambini, ai quali sono stati sottoposti alcuni test di intelligenza e abilità ogni due anni fino ai 14 anni di età. I risultati sono stati analizzati mettendo in correlazione il comportamento dei genitori. Secondo lo studio, coordinato con l’Università di Sidney, ha evidenziato come il supporto dei genitori verso i primogeniti fosse maggiore rispetto agli altri fratelli.

Questa differenza è poi aumentata con l’avanzare dell’età. Il supporto emotivo ricevuto da tutti i figli è il medesimo, ma per quanto riguarda le attività più stimolanti, come la lettura e la musica, a beneficiarne di più sono i primi rispetto ai secondo. Dal secondogenito in poi, infatti, i genitori tendono ad assumere comportamenti più lascivi. Come sostiene Ana Nuevo-Chiquero, coordinatrice della ricerca, questi risultati possono aiutare a comprendere la differenza di risultati in ambito lavorativo ed educativo.

Isola dei Famosi 2017: Raz Degan il sergente, tutti contro di lui? Ecco cosa succede (FOTO)

Sciopero globale 8 marzo nonunadimeno Bologna

Sciopero globale delle donne 8 marzo 2017: tutte unite contro la violenza di genere