in

Film in uscita aprile 2016, “Veloce come il vento” e “Zeta” tra i 58 titoli in uscita: ecco la lista completa

A una settimana dalla conclusione del terzo mese di cinema italiano (guarda qui la programmazione completa), vi presentiamo i titoli prossimi all’uscita nelle sale cinematografiche italiane da aprile 2016. Si inizia lunedì 4 aprile con “Ascensore per il patibolo”, un classico del cinema transalpino realizzato dalla regista Louis Malle. Stesso giorno di uscita per “HitchcockTruffaut”, realizzato dal regista Kent Jones con una sceneggiatura di tutto rispetto grazie ad autori come Martin Scorsese e Alfred Hitchcok (qui disponibile il trailer). Giorno 6, invece, grande occasione per gli amanti del cinema di poter ammirare Charlize Theron in tutta la sua bellezza grazie all’interpretazione ne “Il cacciatore e la regina di ghiaccio” un prequel di live-action ispirato alla favola di Biancaneve e realizzata, negli Stati Uniti, dalla regista Cedric Nicolas Troyan con protagonista Emily Blunt oltre alla Theron. Da giovedì 7 aprile, invece, al via i grandi appuntamenti con il cinema: iniziamo da “Victor – La storia segreta del Dott. Frankestein”, prodotto dalla Fox e realizzato da Paul McGuigan: la pellicola americana racconta la storia di Frankestein e di Igor Strausman alle prese con una particolare visione del mondo. Lous Leterrier, invece, porta al cinema “Grimsby – Attenti a quell’altro” con un cast di livello tra cui Penelope Cruz: tratti tipici della demenzialità del cinema statunitense con Nobby Grimsby è un disoccupato alla ricerca di un fratello mai trovato in trent’anni e quando riuscirà a ricongiungersi farà una terribile scoperta. Dalla Gran Bretagna arriverà una produzione Disney realizzata da Julian Jarrold con Sarah Gadon ed Emily Watson: “Una notte con la Regina”, contestualizzato a giorno 8 maggio 1945, data ricordata come “vittoria dell’Europa”, le due principesse inglesi ammirano la folla fuori da Buckingham Palace e riescono a convincere il re e la regina a realizzare il loro obiettivo. In Francia è Michel Gondry porta in sala “Microbo e Gasolina”, una commedia in cui si racconta la capacità di un ragazzo di essere se stessi realizzando i propri sogni e obiettivi nonostante il giudizio altrui; sempre dai confini transalpini, invece, una pellicola su cui ci sono grandi aspettative qual è “Mister Chocolat” realizzata da Roschdy Zem: un film drammatico con Omar Sy e James Thierre protagonisti in cui si raccontano i retroscena di un clown, Chocolat, primo artista nero della storia francese con risvolti del tutto imponderabili. “Il complotto di Chernobyl – The Russian Woodpecker” in cui il regista Chad Garcia racconta il disastro di Chernobyl dando particolare attenzione alla “Duga”, una grande antenna costruita dai sovietici. La prima pellicola italiana da esaminare è “Veloce come il vento” con Stefano Accorsi e Matilda De Angelis, realizzata dal regista Matteo Rovere: un ex campione di automobilismo, tossicodipendente, deve tornare in famiglia dopo la morte del padre. Adriano Valerio, invece, grazie a una collaborazione “multi-europea” con Macedonia, Romania e Bulgaria, arriva al cinema con “Banat – Il viaggio”, una commedia con Edoardo Gabriellini, Piera Degli Espositi e Stefan Velniciuc. Amate Napoli? E allora “Troppo Napoletano” è la commedia giusta che fa per voi: Gianluca Ansanelli porta in sala una pellicola tutta partenopea con Serena Rossi, Gennaro Guazzo, Rosario Morra e Luigi Esposito. Toccante documentario realizzato da Antonio Morabito con Manrico Zedda: “Che cos’è un Manrico” porta al cinema sette giorni di vita di Manrico, un trentenne distrofico che può muovere solo testa e pollici. Da documentari a dramma con Emanuela Piovano alla regia e la partecipazione di Laura Morante: un rapporto incrinato tra madre e figlio che vedrà una particolare evoluzione.

La seconda settimana di aprile è quella che tutti aspettano perché coincide con il grande evento: gran parte delle sale cinematografiche italiane, infatti, aderiranno al “#CinemaDays(clicca qui per le novità) e i tagliandi avranno un costo ridotto rispetto al normale. Il primo film è un evento, prodotto da Luca Viotto, “San Pietro e le Basiliche Papali in 3D”; mercoledì 13 aprile, invece, arriva in Italia il nuovo film di Zac Efron e Robert De Niro con Dan Mazer alla regia: “Nonno Scatenato” (guarda qui il trailer). Stessa data di uscita per “Un’estate in Provenza”, pellicola drammatica realizzata da Rose Bosch e con protagonisti Jean Reno, Anna Galiena e Chloé Jouannet. Una tipica produzione statunitense, invece, sarà “Hardcore”, realizzata da Ilya Naishuller e tratto dal corto “Bad Motherfucker” con protagonista Copley alla presa con diversi nemici per salvare la bella Danila Kozlovsky. Giorno 14 aprile, invece, è il grande giorno per “Il libro della giungla”, nuovo adattamento realizzato da Jon Favreau e con la particolare presenza di Idris Elba e Scarlett Johansson (guarda qui il trailer). La prima commedia italiana della seconda settimana di aprile è “Nemiche per la pelle” realizzata da Luca Lucini e con due grandi donne del nostro cinema: Margherita Buy e Claudia Gerini alle prese con Giampaolo Morelli, in scena un bel Paolo conteso dalle due donne e con un segreto incredibile: ha un figlio con una terza donna. Stesso giorno per vedere “Criminal” la cui uscita era prevista inizialmente per il 31 marzo ma slittata di quindici giorni: Ryan Reynolds fa parte di un azione prodotto tra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Due generazioni a confronto nel tipico modo di fare cinema da parte della brava Noah Baumbach con Greta Gerwig e Lola Kirke: “Mistress America” vede Tacy Fishko alle prese con Brooke, una sorellastra avuta da una madre in procinto di risposarsi. La storia di Mohammad Assaf a Gaza e la sua partecipazione ad “Arab Idol” nel 2013 sarà portata sulla scena cinematografica da Hany Abu-Assad da giovedì 14 aprile. Da Sherry Hormann, invece, arriva una toccante pellicola sulla vita di Waris Dirie, interpretata da Liya Kebede, una donna somala con tutti i problemi tipici delle ragazze della Somalia nate da una famiglia nomade e alquanto vasta. Tornando al cinema italiano, giorno 14 aprile sarà disponibile al cinema un intrigante dramma realizzato da Gianlcaudio Cappaci con Michele Riondino e Valentina Cervi: Bruno è il protagonista alle prese con un passato turbolento tenuto nascosto anche alla compagna di una vita. Chi ha vissuto la città di Firenze non può non conoscere la storia del cinema “L’Universale”, una sala sita nel centro storico di San Frediano: questo il titolo della pellicola scelto dal regista Federico Micali con una commedia di cui protagonista sono Francesco Turbanti, Anna Igrid Lutz e Claudio Bigali, rispettivamente Tommaso, Alice e Marcello. Federico Cruciani, invece, porta in scena un dramma tipico del cinema italiano: mafia e Palermo sono due ingredienti imprescindibili per la nuova pellicola con protagonista Paolo Briguglia e Vincenzo Ragusa dal titolo “Il bambino di vetro”.  Tra l’Italia e gli Stati Uniti, invece, Antonello Faretta porta in scena un dramma che vede protagonista Pia Marie Mann, una donna americana di mezza età che, solo dopo la morte dei genitori, scopre la sua vera identità.

La terza settimana di aprile si apre con “Un Ultimo Tango”, documentario realizzato da German Kral tra Argentina e Germania con la storia dei due ballerini più famosi del tango: Maria Nieves Rego e Juan Carlos Copes. Martedì 19, invece, si celebreranno i quattrocento anni dalla morte di Shakespeare con “Amleto”, una rivisitazione realizzata da Lyndsey Turne con Barry Aird e Leo Bill. Da giovedì 21, invece, il cinema aprirà ufficialmente le sue porte con nuove pellicole succulente: tra queste “Zona d’ombra – Una scomoda verità”, un dramma realizzato da Peter Landesman con protagonista Will Smith nei panni del dottor Omalu, colui che grazie alle sue scoperte fece tremare tutte le organizzazioni farmaceutiche del mondo. Altro film inizialmente previsto per il 31 marzo ma slittato ad aprile è “Triple 9”, nuovo thriller americano prodotto da John Hillcoat; Eran Crevy, invece, porta in scena una pellicola d’azione prodotta tra la Gran Bretagna e la Germania con protagonista Nicholas Hoult dal titolo “Autobahn – Fuori Controllo”. Abrams, regista del settimo episodio di Star Wars, sarà al cinema con la produzione del sequel di Cloverfiled, “Cloverfield Lane”, realizzato dal regista Dan Trachtenberg con la presenza di Mary Elizabeth Winstead e Hohn Goodman. Prima pellicola italiana della terza settimana è “Sp1Ral” realizzata da Orazio Guarino e con la presenza di Marco Cocci e Valeria Nardilli in cui si racconta la vita di Matteo Moella, un regista controverso che vive e lavora a New York ma affetto da disturbi psichici. Vittorio Sindoni, invece, porta in scena un film agro-dolce mescolato tra dramma e commedia: Stefania Rocca è Caterina, una mamma straordinaria che un giorno scopre che il suo bambino, Francesco (Moise Curia) è affetto da un disturbo mentale che stravolgerà la vita di tutta la famiglia. Questa è la trama di “Abbraccialo per me”, disponibile nelle sale cinematografiche a partire da giorno 21 aprile; Roberto Andò, invece, sfrutta un cast stellare con Toni Servillo, Connie Nielsen e Pierfrancesco Favino con “Le Confessioni” realizzato tra Italia, Francia e Germania. Tra Argentina e Spagna una commedia particolare realizzata dal regista Ariel Winograd con Diegeo Peretti e Maribel Vedù, “Sin hijos” mentre Cesc Gay porta in scena una divertente commedia con Ricardo Darin e Javeri Camara con “Truman”. Sabato 23, invece, in alcuni cinema italiani sarà disponibile il documentario “Rino – La mia ascia di guerra” realizzato da Andrea Zambelli con la partecipazione di Vittorio Bonalumi e Lina Ziliani in cui si ricorda proprio il passato del regista Zambelli che dedica il suo lungometraggio a Rino, un partigiano che non può più ricordare il suo passato a causa del morbo di Alzheimer.  L’ultima settimana di aprile, al cinema, si apre con “Tutte le strade portano a Roma”, pellicola spagnola romantica con la partecipazione del bel Raoul Bova e Claudia Cardinale. Jocelyn Moorhouse, invece, racconta con una nuova commedia sentimentale “The Dressmaker – Il diavolo è tornato”, film tratto dal romanzo scritto da Rosalie Ham con protagonista la bella Kate Winslet. Dai paesi balcanici, invece, un film drammatico ambientata negli anni della “Guerra del Golfo” nel 1991: “Sole Alto” è una realizzazione di Dalibor Matanic con Tihana Lazovic e Gorna Markovic. Film d’animazione è quella realizzata da Callan Brunker con la partecipazione speciale di Jessica Alba e Sarah Parker e il compianto James Gandolfini: nel 2013, infatti, è stata realizzato “Fuga dal pianeta terra” che arriva al cinema soltanto adesso. “Zeta”, pellicola realizzata da Cosimo Alemà, porta in scena il mondo dell’hip-hop italiano (qui il trailer mentre qui intervista al regista). L’ultima pellicola italiana del mese è un film d’animazione realizzato da Micol Pallucca con Samuel Biscossi e Iris Caporuscio: “Grotto” racconta le avventure di tre bambini che costringono il loro compagno a una prova di coraggio per entrare nel loro gruppo solo dopo aver superato una terribile prova di coraggio. Tra gli ultimi film di un mese ricco di pellicole come “Nostalgia della luce” di Patricio Guzman; “Florida”, invece, è una produzione targata Le Guay e realizzato in Francia così come la commedia “Benvenuti ma non troppo” con la regia di Alexandra Leclère.

Lebron James Liverpool

Nba risultati e highlights della notte: LeBron James si fa beffare da Brooklyn, meraviglia Durant

bionde stupide, bionde stupide scientificamente, bionde stupide perché, bionde non sono stupide, bionde più intelligenti, donne capelli biondi,

Le bionde sono più intelligenti: la rivincita grazie ad uno studio scientifico