in ,

Film in uscita febbraio 2016: il trailer de “L’ultima parola: la vera storia di Dalton Trumbo”

Tra le pellicole più attese di questo mese ricco di produzioni, secondo forse solo al “Caso Spotlight”, uscirà quest’oggi in Italia “L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo” un film biografico che ripercorre, a causa dei suoi ideali politici,  la travagliata vita dello sceneggiatore di pellicole come “Vacanze Romane”

La sceneggiatura riprende il romanzo ideato e scritto da Bruce Alexander Cook in cui si racconta la biografia di “Trumbo”; dietro la macchina da presa, per 124’ di grandissimo cinema, il regista Jay Roach il cui nome è già sintomo di successo per una pellicola: il produttore americano, nella sua carriera, ha diretto pellicole come “Mi presenti i tuoi?” e “50 volte il primo bacio” oltre alla trilogia degli “Austin Powers”. Inoltre, a dar valore a “L’ultima parola” ci pensa il protagonista: Bryan Cranston. L’attore statunitense è uno dei migliori del panorama hollywoodiano, non ha bisogno certo di presentazioni ma per capire la caratura di questa pellicola basterebbe pensare ad alcuni ruoli già ricoperti d Cranston, su tutti la partecipazione a “Breaking Bad – Reazioni Collaterali” grazie a cui ha riempito la propria bacheca di premi. Dall’America, chi ha già visto “Donald Trumbo” è convinto che proprio Cranston potrebbe essere l’outsider per la vittoria finale degli “Oscar” (leggi qui i nostri favoriti).

Notevole anche l’interpretazione della moglie di Trumbo, Cleo Fincher, rappresentata dall’attrice Diane Lane: in Italia è ricordata soprattutto per aver preso parte al film “Sotto il sole della Toscana” e la ritroveremo, inoltre, nella pellicola in uscita prossimamente “Batman vs Superman”. Ma chi è Danold Trumbo? Cranston, in questa pellicola, veste i panni di uno sceneggiatore americano arrestato, negli anni ’40, per le proprie posizioni politiche e l’iscrizione al partito Comunista. Questi ideali costeranno a Danold molto caro: l’esclusione dagli studios Hollywood e una lotta continua contro il governo americano. La forte personalità di Trumbo, però, non gli impedirà di scrivere capolavori cinematografici come “Vacanze Romane”, sebbene sotto pseudonimo.

Piccoli Giganti quando inizia: coach, giuria e ospiti

omicidio pordenone ultime notizie processo

Omicidio Pordenone news indagini: pronta nuova lista testimoni da sentire