in

Film romantici: «Uccidono il desiderio negli uomini e accendono quello delle donne!»

Quante volte vi sarà capitato di andare al cinema con il proprio partner o di trascorrere una serata tranquilla sul divano davanti alla tv in compagnia della dolce metà. Beh, se desiderate una notte di passione il consiglio è quello di evitare i film romantici. Secondo un’indagine condotta dalla rivista “Archive of Sexual Behavior” le pellicole d’amore ucciderebbero il desiderio sessuale negli uomini.

Un’inchiesta curiosa, che mette ancora una volta in luce una triste verità: gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere. Lo studio americano soffermandosi sugli stimoli che agiscono sui primi e sulle seconde ha rilevato che i risultati non solo non coincidono, ma sono opposti. I ricercatori hanno fatto vedere a 86 uomini e 78 donne tre clip, riprese da diversi film, in cui alcune coppie facevano sesso. Tra i video scelti la celebre sequenza che vede Leonardo Di Caprio e Kate Winslet mentre fanno per la prima volta l’amore a bordo del “Titanic”, una scena tratta da “Proposta indecente” (altro classico del grande schermo) e un’altra presa da un documentario sulla storia inglese. Dopo la visione è stato chiesto a ciascuno dei partecipanti come si sentissero, sia a livello fisico che emotivo. Nel dossier si legge che «le donne hanno riportato di aver avvertito un forte desiderio di fare sesso dopo aver visto le scene tratte dai due film più romantici, gli uomini, invece, hanno ammesso di preferire le clip più esplicite. Sorprendentemente hanno mostrato di avere più voglia dopo un noioso documentario storico rispetto ai film romantici».

Questi risultati non devono però stupire: anzi danno ragione allo studio sul cinema porno, condotto anni fa da Marieke Dewitte, psicologa clinica alla Maastricht University. Quest’ultima aveva dimostrato che il desiderio delle donne non si accende in assenza di un contesto, viceversa gli uomini non hanno bisogno di alcun contorno né storia. Secondo i ricercatori dell'”Archive of Sexual Behaviour” le donne userebbero le pellicole d’amore per “confezionare” le proprie fantasie erotiche. Questo però non vuol dire che diano minor importanza al sesso, significa semplicemente che ne hanno una diversa visione. Dewitte, autore dell’indagine, ha scritto nel saggio: «Se metti una donna nel giusto contesto, come davanti al giusto film, lei sentirà il suo desiderio crescere come e più dell’uomo. Semplicemente a loro non piacciono le stesse cose che piacciono agli uomini. A loro piacciono i baci, l’intimità».

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

delitto seriate news indagini

Gianna Del Gaudio due anni fa l’omicidio: sgozzata in casa, ma da chi? Il killer è ancora senza nome

Papa Francesco accusato: “Scandalo abusi? Lui sapeva tutto”