in

Film in uscita al cinema 23-29 marzo 2015: i 5 titoli migliori

Una settimana ricca di nuovi film, quella che va dal 23 al 29 marzo 2015. Dalla commedia al thriller, dal drammatico al docufilm, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Se ancora non sapete cosa andare a vedere, qui sotto vi consigliamo i cinque titoli migliori della settimana:

1. Boulevard: l’ultimo film di Robin Williams, diretto da Dito Montiel, molto apprezzato dalla critica all’ultimo Tribeca Film Festival. Nolan (Robin Williams) è un’impiegato di sessant’anni, che soffre per la sua vita monotona e la sua stanca relazione con la moglie. L’incontro con un giovane (Roberto Aguire) renderà manifesta la sua omosessualità latente, dando insieme una svolta alla sua vita annoiata.

2. French Connection: in una Marsiglia degli anni ’70 il giovane magistrato Pierre Michel, proveniente dal nord della Francia (lo interpreta il premio Oscar Jean Dujardin), riceve l’incarico di occuparsi della French Connection, una delle più pericolose organizzazioni criminali francesi dedite allo spaccio di stupefacenti. Gli avvertimenti non lo intimidiscono, e Pierre intraprenderà la propria battaglia personale contro il boss dell’organizzazione, il temibile Gaëtan Zampa.

3. La Famiglia Bélier: una commedia di Eric Lartigau, divertente e allo stesso tempo toccante, che ha già registrato incassi da record in Francia. La famiglia Bélier è una famiglia contadina del tutto eccezionale: tutti i componenti sono sordomuti, eccetto la giovane Paula, che è divenuta nel corso degli anni una sorta di intermediaria tra i genitori e la società. Un giorno l’insegnante di canto di Paula, meravigliato dalle doti canore della ragazzina, la spinge ad andare a Parigi, per partecipare a un concorso promosso da Radio France. La partenza significherebbe allontanarsi dai genitori, e lasciarli nel pieno delle difficoltà.

4. Onde Road: l’esordio di Massimo Ivan Falsetta è una produzione indipendente, carica di divertimento e dallo spirito romantico, che ci riporta al periodo delle radio pirata. In un futuro indefinito, lo storico speaker di Radio Montecarlo Awanagana si fa interprete di un dirottamento radiofonico, decidendo di bloccare tutte le frequenze, mentre dalla Calabria una speaker sconosciuta trasmette in diretta nazionale canzoni del repertorio anni ’70 e ’80. Il capo della Censura Futuribile, Federico l’Olandese Volante, decide allora di inviare l’agente Bi in Calabria, per cercare la speaker pirata. L’esito del film è totalmente imprevedibile e ci porterà addirittura nella lontana New York.

5. L’ultimo Lupo (in 3D): l’ultimo film di Jean-Jacques Annaud (regista di Sette anni in Tibet), destinato a diventare un classico, ci conduce nella Cina della “Rivoluzione culturale”, dove il giovane studente Chen Zhen viene inviato da Pechino in Mongolia, allo scopo di educare una comunità di pastori nomadi del luogo. Nella steppa selvaggia della Mongolia rimane affascinato dai lupi che la abitano, al punto che decide di allevarne un cucciolo. Il Governo Cinese però ingaggia una lotta senza sosta contro gli animali selvatici, e il rapporto tra Chen e il piccolo lupo viene minacciato.

coppia uccisa a Pordenone Trifone Ragone

Coppia uccisa a Pordenone: chi è Trifone Ragone, Mister Friuli appassionato di culturismo

ricette dolci benedetta parodi

Ricette dolci Benedetta Parodi: la torta di mele di “Molto Bene”