in ,

Film in uscita febbraio 2016: “I Milionari” riporta la Camorra al cinema, trailer e trama

Giovedì 11 febbraio, al cinema, uscirà la nuova pellicola realizzata dal regista Alessandro Piva:I Milionari”. Una produzione realizzata da “Rai Cinema” e distribuito dalla “Teodora Film”, perfezionata nel 2014 ma disponibile nelle sale solamente dal prossimo giovedì. E sono tanti gli interrogativi da porsi nel momento in cui, ancora una volta, la “Camorra” è protagonista sul grande schermo cinematografico. La più grande piaga della nostra nazione, insieme alle altre organizzazioni criminali di cui proprio non riusciamo a liberarci, risulta essere fonte di guadagni inestimabili per produttori, registi, attori. L’ultimo caso è stato “Gomorra”: nato da un libro con cui Roberto Saviano è emerso nelle vesti di opinionista e giornalista, passato per il cinema con una sceneggiatura scritta dal regista Matteo Garrone e finito sui canali Sky con “Gomorra – La Serie”, fonte di un successo inestimabile per attori mai prima conosciuti.

Insomma, la Camorra al cinema è sinonimo di successo. Siamo sempre dinanzi al consueto problema: un dibattito lungo, tortuoso, privo di vie d’uscita. Nel 2016 è indubbio che debba essere il consumatore a percepire quale sia la finzione, quale sia la realtà e cosa sia, soprattutto, la verosimiglianza. Ma il nostro paese – visti i recenti fatti di cronaca con due ragazzi ventenni morti nel napoletano proprio stanotte – è davvero preparato a questo salto di qualità? Evidentemente no, perché se per tanti fan del genere si conclude tutto al termine della proiezione per altri questo non accade: novelli Tony Fortebracci (un altro poco Garko ci restava secco) per le strade delle città, carne fresca per chi dà spunto ai registi e la malvivenza la mette in pratica. Raccontare Riina e Provenzano può essere interessante per una rivisitazione storica finanche vi sia un bilanciamento dei valori; vogliamo far conoscere la storia delle criminalità organizzate attraverso il cinema? Sì, potremmo anche farlo ma rendendo protagonista il volto buono della medaglia. Probabilmente, il successo di questo genere non ci sarebbe. Genny Savastano al rientro dall’Honduras non sarebbe idolo dei quindicenni; preoccupante, ad esempio, il dato in “Gomorra – La serie” (tra poco esce la seconda stagione) in cui le forze dell’ordine risultano assolutamente latitanti.

Dati preoccupanti ma del resto questa piaga è parte integrante del tessuto sociale italiano ed anche registi d’autore come Giuseppe Tornatore si sono avviati sulla scena cinematografica con “Il Camorrista” nel lontano 1986. Da giovedì, dunque, aumenteremo la collezione di malavita protagonista al cinema; il regista Alessandro Piva racconterà, attraverso “I Milionari”, la storia del boss Paolo Di Lauro riconosciuto come “Ciruzzo ‘O Milionario” che, nel film, sarà interpretato da Francesco Scianna nei panni di Marcello Cavani. Il boss della Camorra sarà affiancato dalla bella Valentina Lodovini (Rosaria), compagna di vita di Marcello, icona di una moglie ingenua e attirata solo dall’odore delle banconote. Saremo curiosi di sapere quanti incassi farà questo nuovo prodotto camorristico: del resto, il dato potrà essere indicativo per il futuro e farci capire se il tema sia ormai passato oppure e continuerà ad essere fonte di ispirazione reciproca tra aspiranti criminali e produttori cinematografici.

storie maledette intervista luca varani

Lucia Annibali, il suo aguzzino Luca Varani ospite in tv: “Non ho guardato l’intervista”

Carnevale venezia 2016

Carnevale Venezia 2016, Martedì Grasso: feste ed eventi, dallo “Svolo del Leon” all’Arsenale