in ,

Film in uscita gennaio 2016: gli 8 titoli migliori in arrivo al cinema, recensioni e trailer

Gennaio 2016 si preannuncia ricco di uscite cinematografiche interessanti, ma quali sono i film in uscita che meritano davvero? Ecco gli 8 titoli imperdibili, troverete trailer e, per alcuni, nostre recensioni stilate sulle anteprime visionate presso la Mostra del cinema di Venezia per orientarvi nel dedalo delle offerte. Partiamo con un’uscita molto attesa del talentuoso regista Todd Haynes con Cate Blanchett, Rooney Mara: Carol. Il film uscirà il 5 gennaio 2016 in Italia ed è considerato il vero vincitore del Festival del cinema di Cannes 2015 dove non ha trionfato come avrebbe meritato. Noi l’abbiamo anche inserito fra i 10 migliori film realizzati nel 2015; qui trama e trailer.

Leonardo di Caprio, sempre una garanzia di qualità, diretto da Alejandro González Iñárritu sarà nei cinema dal 14 gennaio 2016 nei panni di un esploratore che si troverà ad ingaggiare una vera e propria lotta per la sopravvivenza in Revenant – Redivivo. Qui trovate tutto su trama, cast e trailer. Vinicio Capossela nel paese dei coppoloni è un vero e proprio documentario diretto da Stefano Obino con protagonista il celebre cantautore. Si preannuncia come un interessante esperimento che indaga e fotografa le antiche tradizioni radicate nell’Alta Irpinia, esce il 9 gennaio 2016. Ti guardo di Lorenzo Vigas è il film che quest’anno ha vinto il Leone d’Oro alla Mostra del cinema di Venezia in uscita al cinema in Italia il 26 gennaio 2016, un outsider del tutto inatteso rispetto al favorito Francofonia. In realtà si tratta di un’opera interessante che va gustata lentamente e lasciata sedimentare, ai palati particolarmente raffinati non potrà non piacere, potete iniziare a farvi un’idea con il trailer.

Marie Heurtin, tratto da una storia vera, potrebbe piacere agli inguaribili ottimisti: Amèris dirige la sua musa, Isabelle Carrè, nei panni di una suora che riesce a stabilire un rapporto con Marie, una 14enne sorda e cieca chiusa nella sua incomunicabilità. Notevole la prova attoriale della giovane Arianne Rivoire che riesce a schivare il rischio caricaturale del suo difficile personaggio. Non si tratta di un’opera eccellente ma di un film tutto sommato ben realizzato che si cimenta con un tema complesso. Garanzia di eleganza è invece Little Sisters diretto da Hirokazu Kore-Eda. Tratto dalla novel graphic Umimachi Diari (Diario di una città di mare) porta con sé tutto il fascino del rituale di avvicinamento in un mondo femminile puro in contrasto con la distruzione legata al maschile. Tante suggestioni naturistiche che si legano e rafforzano gli stati d’animo delle protagoniste: i ciliegi, l’oceano e la montagna diventano coprotagonisti brillanti dell’opera. Al cinema dal primo gennaio 2016.

Molto attuale Una volta nella vita: la sua ambientazione nel Liceo Le’on Blum di Créteil, città nella banlieue sud-est di Parigi, porta lo spettatore ad accostarsi ad un micro mondo notoriamente non facile, spesso ghettizzato, che fa i conti con l’incrocio e la convivenza di etnie differenti in un clima spesso teso. Un progetto comune: partecipare a un concorso nazionale di storia dedicato alla Resistenza e alla Deportazione riuscirà a creare una coesione inaspettata fra gli adolescenti. Veniamo all’ultimo film che vogliamo consigliarvi: un vero e proprio capolavoro di cui avevamo già parlato in occasione della sua presentazione alla Mostra del cinema di Venezia del 2014. Si tratta di The look of silence di Joshua Oppenheimer nelle sale italiane dal 27 gennaio 2015. Si tratta di uno dei film migliori in assoluto passati a Venezia negli ultimi anni: consigliatissimo, sicuramente la migliore uscita al cinema di questo gennaio 2016.

Nickelback album, Chad Kroeger si è ripreso: pronti per il tour 2016

bossetti funerali padre

Caso Yara, Bossetti sull’altare al funerale padre: “Sei stato perfetto”