in ,

In Finlandia i bambini imparano giocando: i risultati di una ricerca che fanno riflettere

Per far sì che il sistema scolastico italiano migliori basterebbe affidarsi all’esempio finlandese. O almeno così dicono gli insegnanti di quel paese, secondo i quali il miglior metodo di apprendimento è il gioco. Giocare e non studiare fin da quando si è piccoli. Una ricerca pubblicata sull’Atlantic, giornale statunitense, racconta proprio i benefici di questo metodo scolastico.

Dallo studio è emerso che il gioco è fondamentale anche durante gli anni della scuola elementare e questo connubio non influenza il tasso di alfabetizzazione degli studenti. Molti dei bambini, all’asilo o in prima elementare, sanno già leggere e scrivere, anche con una certa velocità. Ma siamo sicuri che questa velocizzazione dei metodi di apprendimento sia necessaria? L’esempio finlandese rivela che non è così e che solo giocando sarà possibile imparare più velocemente.

Colori, suoni e momenti di divertimento servono eccome. In Finlandia c’è un alto tasso di alfabetizzazione: il 94% degli studenti continua il percorso scolastico nella scuola secondaria, senza trovare alcun ostacolo nonostante il lungo tempo dedicato al gioco in età infantile. Perché iniziare a leggere o scrivere a 4 anni se si può ritardare di qualche anno (6 o 7 anni), non compromettendo in alcun modo le capacità di apprendimento del bambino?

Ph: OksanaKuzmina/Shutterstock.com

Serie A 18^ Giornata

Calendario Serie A 9a giornata: orari, diretta tv, streaming gratis e ultime news

Calciomercato Juventus news

Juventus – Atalanta: probabili formazioni e ultime news nona giornata Serie A