in

Fiorella Mannoia vittima di stalker: «Non voglio perdere un concerto. Dammi i biglietti gratis»

Fiorella Mannoia ha svelato l’incubo in cui ha vissuto nel ultimo periodo. Una sua accanita fan si è trasformata nel giro di poco tempo in una vera e propria stalker. La passione per la musica della cantante, ha lasciato posto all’ossessione che ha avuto il suo culmine la notte scorsa quando la stalker ha provato ad entrare dentro la casa della Mannoia.

fiorella mannoia

La riservatezza di Fiorella Mannoia

La cantante Fiorella Mannoia ha vissuto per diverso tempo un vero e proprio incubo. Sono anni che viene perseguitata da una trentunenne di Roma. Il rapporto tra le due è iniziato come un semplice fan – artista. La ragazza andava tutti i concerti possibili e faceva di tutto per incontrarla, ma questa passione è diventata nel giro di poco un’ossessione. La linea tra passione e ossessione è spesso sottile e facile da superare. La fan ha iniziato a perseguitare l’artista: appostamenti sotto casa, le citofonate, gli squilli notturni, le lettere, gli sms e le richieste incessanti, dai soldi ai biglietti per i concerti. «Non voglio perdere un concerto. Dammi soldi o biglietti gratis». «Rispondimi». Gli insulti, le minacce, si mescolavano da mesi con frasi di ammirazione «Sei unica».

fiorella mannoia stalker

leggi anche: Ivana Spagna e il tentato suicidio: «Stavo punendo chi mi voleva bene!», confessione choc a “Io e te”

 

La stalker

Per la trentenne già l’anno scorso era scattato un divieto di avvicinamento e di comunicazione con la sua artista del cuore. Una misura stabilita per sei mesi, e ormai scaduta.  Così la stalker ha ripreso indisturbata i suoi comportamenti persecutori allargandoli anche alla nipote e alla sorella della cantante, ma anche ai vicini di casa, svegliati nel cuore della notte.

L’apice è stato raggiunto nella notte tra lunedì, 30 luglio 2019, e martedì, 31 luglio 2019, quando la stalker si è presentata nuovamente sotto casa della cantante a Torpignattara. La trentenne ha urlato e citofonato a lungo e poi con una panca ha provato a sfondare la porta. L’artista non ha avuto altra scelta: ha chiamato la polizia. Le autorità sono intervenute all’instante ed è scatto il fermo nei confronti della stalker.

Sabrina Misseri “in carcere da innocente”: non ha ucciso lei Sarah Scazzi, l’avvocato Coppi ne è convinto

fortnite agente anarchico

Fortnite, Agente Anarchico: da quando sarà disponibile la nuova skin