in

Fiorentina-Juventus: quattordicesima giornata Serie A, un solo dubbio per Montella

Venerdì sera arriverà al Franchi la capolista Juventus. Questa è una partita che ogni tifoso Viola, appena escono i calendari, attende con ansia. Attesa che aumenta pensando alla partita del 20 ottobre scorso con Giuseppe Rossi autore di una tripletta, o la doppia sfida in Europa League che vide trionfare i bianconeri con una magia di Pirlo su punizione. La rivalità tra Juventus e Fiorentina, si sa, è molto sentita e siamo sicuri che venerdì sera il Franchi riserverà un’atmosfera tutt’altro che amichevole agli acerrimi rivali. La Juventus arriva con qualche defezione, soprattutto sulle fasce, mancheranno Asamoah, Lichtsteiner e Romulo, mentre Montella sembra intenzionato a confermare quasi interamente la formazione che ha sbancato prima Verona e poi Cagliari.

Innanzitutto è confermato il modulo: 3-5-2 che ha portato i Viola alla rinascita. Montella ha visto il derby di domenica e cercherà di colpire la Juve nel suo punto debole: le fasce laterali. Joaquin, che segnò l’anno scorso, sembra certo del posto a destra, così come Alonso è in vantaggio su Vargas sull’altra fascia. Il dubbio di Montella riguarda il regista: PizarroAquilani? Mentre le mezz’ali saranno occupate da Borja Valero e dal mattatore di Cagliari Mati Fernandez.

In porta, come sempre, ci sarà Neto coperto dal trio difensivo Savic, GonzaloBasanta che sembra nettamente favorito su Tomovic e Richards. Osservando gli allenamenti di questi giorni Montella sarebbe tentato di schierare Cuadrado sulla fascia di sinistra, in modo da avere due armi taglienti sulle fasce, così da poter schierare a fianco del ritrovato Mario Gomez  uno tra Marin e Babacar.

 

mafia capitale arance m5s

Mafia Capitale: il Movimento 5 Stelle chiede lo scioglimento del Comune di Roma per mafia

Detto Fatto ricette

Detto Fatto ricette: torta ai marron glacés con Caterina Balivo